Grandi eventi

Rinviato al 2023 il Salone dell’auto di Ginevra del 2021. Il Covid aveva costretto ad annullare l’edizione 2020

L’organizzazione dell’evento ha comunicato ufficialmente lo stop all’edizione 2022, in programma dal 19 al 27 febbraio prossimi

di Corrado Canali

2' di lettura

Nuovo stop al Salone dell'auto di Ginevra. L’edizione 2022, in calendario dal 19 al 27 febbraio prossimi, è stata infatti annullata. Lo ha comunicato ufficialmente la stessa organizzazione dell’evento, la fondazione Comité Permanent du Salon International de l'Automobile, che ha rinviato l’appuntamento al 2023. La decisione di rinviare di un anno il Salone di Ginevra è legata alle difficoltà dovute agli effetti della pandemia da Covid-19 che stanno coinvolgendo il settore dell’automobile. L’organizzazione dell’evento ha precisato che si tratta di rinvio, non di cancellazione: le continue restrizioni di viaggio per espositori, visitatori e giornalisti internazionali relative alla pandemia, non hanno infatti lasciato molte alternative. Inoltre altri problemi indiretti, come la carenza di semiconduttori, hanno presentato alle Case automobilistiche problemi inaspettati, con conseguenti disdette da parte di molti espositori. La prima cancellazione del Salone di Ginevra, per la quale le Case automobilistiche non sono state rimborsate delle spese sostenute e anticipate. è avvenuta nel 2020, alla fine di febbraio, a pochi giorni dallo svolgimento della manifestazione che si sarebbe dovuta tenere all’inizio di marzo. Pochi mesi dopo, alla fine di giugno, era stata annullata anche l’edizione 2021. Il Salone di Ginevra 2022 aveva in programma da diverse novità, tra cui una pista prova lunga circa 300 metri per i veicoli elettrici e uno spazio dedicato ai videogiochi a tema automobilistico, ma dovrà comunque svolgersi nel rispetto delle limitazioni imposte dalle autorità sanitarie locali. L'affluenza prevista era di molto inferiore agli anni precedenti: ogni giorno avrebbero potuto entrare nei padiglioni espositivi non più di 30 mila persone. A ciascun espositore era stata comunque garantita la possibilità di trasmettere le sue conferenze stampa attraverso la piattaforma digitale del GIMS (Geneva International Motor Show) che avrebbe consentito a clienti e appassionati di auto di tutto il mondo di accedere virtualmente al Salone dell'Auto di Ginevra.

Loading...
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti