Il miracolo del Rione Sanità: la bellezza sotterranea di Napoli vista con i ragazzi della Paranza

11/12City Break

Rione Sanità, destinazione umana


default onloading pic
Carlo Leggieri, Celanapoli (foto di Enrico Caracciolo)

Ma Napoli e il suo storico Rione non sono solo luoghi turistici. Sono anche destinazioni umane. E oltre che nei ragazzi della Paranza, tra vicoli e stradelle è possibile imbattersi in Francesco Ruotolo, un vecchio professore che mette multe (finte) alle auto che parcheggiano in seconda fila. Nel maestro Gianluca Guarino che insegna teatro alle elementari dell'istituto Federico Ozanam, un contesto complesso, in cui si cerca di valorizzare le abitudini naturali dei bambini. Ed è facile incontrare anche Carlo Leggieri, che guida i turisti tra frammenti di paesaggi antichi, nella necropoli ellenistica e nell'acquedotto augusteo del Serino, un viaggio lungo 24 secoli: Celanapoli. A pochi passi, la modernità delle suite di design dell'”Atelier Ines”. Praticamente una galleria delle creazioni della famiglia Oste: Alberto che con Ines gestisce il B&B nel cuore della Sanità, è figlio di Vincenzo Oste, visionario designer di gioielli, e nipote dello scultore Annibale.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...