Abruzzo

Ripani investe su green e artigianalità per crescere sui mercati globali  

L’azienda di famiglia con sede a Tortoreto punta su sostenibilità e digitale. Gabriella Ripani: «Obiettivo il lusso quotidiano made in Italy».

di Enza Moscaritolo

Azienda di famiglia.Carla, Gabriella e Giorgio Ripani

3' di lettura

Rendere possibile il lusso quotidiano di un prodotto autenticamente made in Italy. Porta avanti con fierezza la tradizione manifatturiera del teramano l’azienda di borse e accessori Ripani che ha fatto dell’artigianalità, ma anche dell'innovazione, il suo punto di forza. Nata nel 1967 col nome del suo fondatore Aldo, dagli anni Novanta è passata sotto la gestione della seconda generazione Carla, Gabriella e Giorgio, mentre la terza sta scaldando i motori per entrare in pista. L’orgoglio della storia ha fatto nascere, nel 1999, anche il Museo Storico della Pelletteria, realizzato all’interno della sede aziendale, con oltre 100 manufatti tra borse, valigie e beauty case dal 1800 ad oggi.

«La tradizione manifatturiera italiana e abruzzese è nel nostro Dna – spiega Gabriella Ripani, responsabile ufficio comunicazione e marketing - da oltre cinquant’anni ci avvaliamo di materiali di provenienza italiana e continueremo a farlo, perché la nostra ambizione è essere considerati tra i custodi della cultura manifatturiera italiana. Sviluppiamo internamente le nostre collezioni e le proponiamo in tutti i continenti; consideriamo le nostre borse come il veicolo per regalare un’emozione tutta italiana, una testimonianza di una terra che crea».

Loading...

La struttura produttiva ha sede a Tortoreto con una posizione strategica sul territorio nazionale, anche per la presenza di un distretto che incorpora tutta la supply chain della pelletteria. Conta 30 dipendenti e 150 addetti esterni, tra professionisti e artigiani, un fatturato di 4 mln di euro ed esportazioni in Europa, Medio Oriente, Giappone, Stati Uniti, Nuova Zelanda, Canada. E se la mission di Ripani rimane il lusso quotidiano made in Italy, esso dovrà essere necessariamente sostenibile: cura e attenzione all’ambiente, in un'ottica di economia circolare, diventano una filosofia cui ispirare la gestione e la produzione. L’impianto produttivo è stato dotato, già da qualche anno, di pannelli fotovoltaici e per le materie prime, si ricorre a materiali di vera pelle e tessuti naturali da produttori certificati e garantiti: «L’uso della vera pelle è da sempre sinonimo di rispetto ambientale - aggiunge - perché la concia si avvale di pelli derivate dall’allevamento per l’alimentazione umana, che altrimenti costituirebbero un prodotto di rifiuto da smaltire. Negli ultimi anni, stiamo focalizzando la nostra attenzione a valle del processo produttivo, in particolare sul riciclo degli sfridi di lavorazione e sull’utilizzo di macchinari a basso impatto energetico e ambientale».

Un percorso, questo, che ha portato anche ad una recente trasformazione importante: «La pandemia ha rappresentato un’opportunità di riflessione che si è concretizzata – precisa - nella costituzione di Ripani come Società Benefit proprio a metà del 2020, consapevoli che questo avrebbe rappresentato un’ulteriore sfida. Parlare di sostenibilità è semplice, ma praticarla per una Pmi lo è molto meno; il nostro impegno è massimo e basato su un approccio fatto di piccoli progressi che consolidiamo quotidianamente nelle pratiche aziendali». Una scelta che Ripani considera un atto di responsabilità verso tutti gli stakeholder e che intende comunicare ancora più segnatamente in futuro, tenendo insieme esperienza e know how aziendale e familiare con le nuove esigenze di un mercato sempre più veloce, grazie all’innovazione del digitale e globale: «Se l’innovazione nello sviluppo e nella commercializzazione dei prodotti è continua – conclude Gabriella Ripani - con l’introduzione costante di nuovi strumenti e processi digitali, la realizzazione delle borse, invece, è svolta con cura e passione con fasi principalmente manuali. Questo approccio ci permette di coniugare la crescente contrazione dei tempi richiesta dal mercato con l’impegno a mantenere l’originalità e la personalità delle borse».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti