cinema

Riparte la caccia all’Orso d’oro: ecco il programma del Festival di Berlino

di Andrea Chimento


default onloading pic
«La paranza dei bambini» di Claudio Giovannesi

2' di lettura

Si sta per alzare il sipario sulla 69esima edizione del Festival di Berlino, la celebre kermesse cinematografica tedesca che quest'anno è in programma dal 7 al 17 febbraio.
Come da tradizione, la manifestazione propone in cartellone molti nomi importanti, alternati a registi da scoprire e a possibili sorprese presenti anche nelle sezioni collaterali.
Il cinema italiano fa il tifo per «La paranza dei bambini» di Claudio Giovannesi, film tratto dal romanzo omonimo di Roberto Saviano e unico rappresentante di casa nostra all'interno del concorso principale del festival. Si preannuncia già come uno dei lungometraggi più suggestivi della kermesse questa pellicola del regista romano conosciuto per aver firmato opere come «Alì ha gli occhi azzurri» e, soprattutto, «Fiore».

«The Kindness of Strangers» di Lone Scherfig

La manifestazione verrà inaugurata da «The Kindness of Strangers» di Lone Scherfig, ma i titoli più attesi del concorso sono «Grâce à dieu» di François Ozon, «The Golden Glove» di Fatih Akin e «One Second» di Zhang Yimou.

In lizza per l'Orso d'oro, però, si segnalano anche altri autori come Nadav Lapid («Synonyms»), Isabel Coixet («Elisa & Marcela»), Agnieszka Holland («Mr. Jones»), Denis Côté («Ghost Town Anthology») e Hans Petter Moland («Out Stealing Horses»). Menzione a parte per Wang Quan'an che aveva già vinto il Festival di Berlino con «Il matrimonio di Tuya» nel 2006 e torna quest'anno in concorso con «Öndög».

«Öndög» di Wang Quan'an

Fuori concorso due nomi storici del cinema francese, André Téchiné con «L'adieu à la nuit» e Agnès Varda con il documentario autobiografico «Varda par Agnès», fanno compagnia a «Vice» di Adam McKay con Christian Bale, film plurinominato ai prossimi premi Oscar.

Nella sezione Berlinale Special, invece, l'esordio dietro la macchina da presa del celebre attore Chiwetel Ejiofor, che presenterà la sua opera prima «The Boy Who Harnessed the Wind», ma anche il nuovo film di Ritesh Batra, «Photograph».

    All'interno di Panorama c'è spazio per altri film italiani: «Dafne» di Federico Bondi, «Flesh Out» di Michela Occhipinti, «Normal» di Adele Tulli e «Selfie» di Agostino Ferrente. Nella stessa sezione da segnalare anche i lungometraggi di due noti attori prestati alla regia, come Casey Affleck («Light of My Life») e Jonah Hill («Mid90s»).

    «The Golden Glove» di Fatih Akin

    Il cinema italiano sarà anche rappresentato tra i documentari con «Anbessa» di Mo Scarpelli, presentato nella sezione Generation, e con la giurata Maria Bonsanti, che sarà chiamata a giudicare il miglior documentario del festival, insieme all'americano Gregory Nava e alla brasiliana Maria Ramos.

    Da ricordare, infine, che Juliette Binoche sarà a capo della giuria del concorso principale, mentre un'altra attrice straordinaria, Charlotte Rampling, riceverà l'Orso d'oro alla carriera e verrà omaggiata nel corso della kermesse con numerose proiezioni dei suoi film più belli.

    Festival di Berlino dal 7 al 17 febbraio

    loading...

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...