Denaro e Lettera

Ripartono i negoziati per la vendita del ponte sul Bosforo e Astaldi vola dell’8%

di Paolo Paronetto


default onloading pic
(Cristiano Minichiello / AGF)

1' di lettura

Chiusura in netto rialzo per Astaldi a Piazza Affari, dove i titoli della società hanno registrato una brusca accelerazione nel pomeriggio sulla scia delle indiscrezioni relative alla ripresa delle trattative per la vendita della concessione del terzo ponte sul Bosforo. Le quotazioni hanno chiuso in progresso del 7,88% a 0,6575 euro dopo essere entrate anche in asta di volatilità per eccessivo scostamento al rialzo. Secondo quanto riportato da Bloomberg, Astaldi e il suo partner turco Ic Yatirim Holding hanno ripreso i colloqui con un consorzio guidato da China Merchants Group dopo aver risolto una controversia sui pedaggi con il Governo turco.

Secondo la proposta concordataria presentata al mercato il 14 febbraio scorso, il ponte che collega Asia ed Europa era uno degli asset non-core destinato a confluire in un veicolo la cui liquidazione era destinata al ristoro dei creditori. Nei giorni scorsi, intanto, era emerso che i tempi per il salvataggio della società romana, finita in concordato, da parte di Salini Impregilo di sono allungati oltre alla data del 20 maggio. Salini è infatti impegnata a portare avanti il più ampio Progetto Italia che mira a consolidare tutto il settore delle costruzioni in difficoltà.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...