EMERGENZA COVID-19

Riprende la produzione di auto: ecco come viene organizzato il post-lockdown

Il settore industriale ha bisogno di ripartire. Ma per farlo bisogna mettere in sicurezza la salute degli operai con delle linee guida. Da Acea e Clepa arriva un codice di condotta commerciale e intanto alcuni poli annunciano la ripartenza per il 20 aprile

di Giulia Paganoni

default onloading pic

Il settore industriale ha bisogno di ripartire. Ma per farlo bisogna mettere in sicurezza la salute degli operai con delle linee guida. Da Acea e Clepa arriva un codice di condotta commerciale e intanto alcuni poli annunciano la ripartenza per il 20 aprile


2' di lettura

È il momento di pensare alla fase 2. L'automotive si posiziona in griglia di partenza con un codice di condotta commerciale redatto da Acea (associazioni europee dei produttori) e Clepa (fornitori automobilistici) che descrive e sostiene il regolare riavvio dell'industria in seguito alla brusca chiusura data dall'emergenza sanitaria Covid-19. Un codice, quindi, che fornisce a produttori e fornitori le linee guida essenziali sull'approccio necessario per la riapertura.

Volkswagen: dal 20 aprile riprende la produzione
La casa di Wolfsburg sta lavorando per la graduale ripresa dei lavori all'interno delle fabbriche con un calendario ben preciso: hanno già ripreso le attività il 6 aprile gli impianti tedeschi di Brunswick e Kassel insieme ad altri di componentistica. A questi seguiranno, dal 20 aprile, il polo tedesco di Zwickau (dove viene prodotta l'auto che lancia la nuova era Volkswagen: Id.3) e Bratislava (Slovacchia); dal 27 aprile ripresa dei lavori negli stabilimenti in Germania, Portogallo, Spagna, Russia e Stati Uniti.
Volkswagen vanta già un minimo di esperienza nella attività post-lockdown acquisita nei poli cinesi, dove attualmente sono attivi 32 dei 33 stabilimenti senza alcuna registrazione di contagi.

Volvo: dal 20 aprile riapertura poli in Svezia e Belgio
Dopo oltre un mese di stop, da Göteborg arriva l'ok per la riapertura degli impianti in Svezia e Belgio. Già entro il fine settimana dovrebbe riprendere a ritmo il polo di componentistica svedese, seguito dai altri siti. Secondo il calendario, le attività si prevedono essere molto graduali e in tutta sicurezza per la salute degli operai. Quindi, ci vorrà tempo prima di tornare al livelli produttivi pre-emergenza. Ricordiamo che gli impianti in Cina sono già ripartiti a metà marzo mentre per la riapertura di quelli negli Stati Uniti, la data papabile potrebbe essere il 4 maggio.

Spagna: riapertura impianti produttivi auto dal 20 aprile
La Spagna è pronta per affrontare la fase 2 dell'epidemia con la riapertura delle attività anche non essenziali, a condizione della rigida osservanza delle regole di distanziamento sociale e protezione individuale per la paura di una seconda ondata.
Da lunedì 20 aprile quindi sarà possibile la riapertura della produzione di automobili ma con un ritmo decisamente diverso dato da un solo turno di lavoro e tutte le misure cautelative e, soprattutto, dalla scarsa domanda.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...