Errori medici: ecco quando l’ospedale deve pagare

1/10RESPONSABILITÀ SANITARIA

Errori medici: ecco quando l’ospedale deve pagare

di Valentina Maglione e Filippo Martini


default onloading pic
(cameravit - stock.adobe.com)

Interventi sbagliati, diagnosi fatte in ritardo, esami non prescritti: gli errori dei medici possono danneggiare in modo irreparabile i pazienti. E spesso accade che le vittime (o i loro eredi) decidano di iniziare una causa contro i professionisti e le strutture sanitarie per vedere riconosciuta dai giudici la loro responsabilità e per “monetizzare” il pregiudizio subito.

Ora dalla Cassazione arriva il decalogo che regola i risarcimenti da errore medico. La terza sezione civile ha infatti depositato l'11 novembre 2019 dieci sentenze (dalla 28985 alla 28994) che chiariscono altrettanti aspetti finora rimasti incerti. Dalle conseguenze della violazione del consenso informato a come si calcola il danno differenziale, fino alla precisazione di quali sono gli elementi da provare per avere i risarcimenti, ecco le dieci indicazioni date dai giudici.

Riproduzione riservata ©

    Brand connect

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...