effetto COVID-19

Riscritto il calendario delle Biennali

Nuove date per Venezia Architettura prevista nel 2021 e per l’Arte nel 2022 dal 23 aprile al 27 novembre. Molti i rinvii da Lione a Gwangju, da Liverpool a Helsinki

di Maria Adelaide Marchesoni

default onloading pic

Nuove date per Venezia Architettura prevista nel 2021 e per l’Arte nel 2022 dal 23 aprile al 27 novembre. Molti i rinvii da Lione a Gwangju, da Liverpool a Helsinki


3' di lettura

La crisi del coronavirus sta rallentando e posticipando tutti gli appuntamenti e messo in discussione anche il futuro post-pandemico delle biennali d'arte contemporanea (delle triennali e quadriennali). Anche per la Biennale di Venezia gli appuntamenti subiscono un rinvio.
La 17ª. Mostra Internazionale di Architettura – How will we live together? curata da Hashim Sarkis, che avrebbe dovuto svolgersi a Venezia dal 29 agosto al 29 novembre 2020, è posticipata all'anno prossimo, dal 22 maggio al 21 novembre. Di conseguenza, la 59ª. Esposizione Internazionale d'Arte , curata da Cecilia Alemani, che avrebbe dovuto svolgersi dall’11 maggio al 24 novembre 2021, è stata a sua volta posticipata al 2022, durerà sette mesi e si terrà da sabato 23 aprile a domenica 27 novembre. Gli organizzatori hanno dichiarato che il perdurare della situazione di emergenza sanitaria fino a oggi: «ha compromesso definitivamente l'organizzazione della mostra nella sua completezza, pregiudicando la realizzazione, il trasporto e la presenza delle opere e di conseguenza la qualità della mostra stessa».

Nel resto del mondo
Secondo la Biennial Foundation su una stima di 43 appuntamenti nel 2020 circa 20 sono stati finora rimandati e sicuramente seguiranno altri cambiamenti. Per alcune Biennali se ne riparla l'anno prossimo, mentre altri appuntamenti stanno procedendo online.
In questi giorni la Biennale di Gwangju in Corea del Sud e la Biennale di Lione in Francia hanno deciso di posticipare le mostre. La 16ª edizione della Biennale di Lione, prevista per il 2021, è riprogrammata a settembre 2022, mentre la 13ª edizione della Biennale di Gwangju, intitolata «Minds Rising, Spirits Tuning», originariamente in calendario dal 4 settembre al 29 novembre 2020 si terrà dal 26 febbraio al 9 maggio 2021. Gli organizzatori delle due biennale dichiarano le stesse perplessità e, oltre ad esprimere preoccupazione per le restrizioni imposte ai viaggi internazionali, denunciavano il bisogno di più tempo per la produzione di nuove opere e di quelle site-specifiche. Le due direttrici artistiche della Biennale di Gwangju, Defne Ayas e Natasha Ginwala, al lavoro già da mesi, hanno condiviso la decisione di dare priorità alla sicurezza degli artisti e degli altri partecipanti, così come le questioni relative al trasporto delle opere d'arte e i viaggi internazionali.

Tutto slitta
Altre organizzazioni preferiscono monitorare la situazione e andare avanti. È il caso della Yokohama Triennale che al momento hanno confermato l'apertura prevista per il prossimo 3 luglio, anche se la regione è attualmente in stato di emergenza. L'edizione 2011, subito dopo il disastro nucleare di Fukushima, non aveva registrato un calo dell'affluenza. Il titolo della 7ª edizone della Yokohama Triennale è «Afterglow» ed è curata da Raqs Media Collective, il gruppo di Delhi.
Rinvio al 2021 invece per l'11ª Biennale di Liverpool in programma a partire da metà luglio e stessa decisione per la Yerevan Biennial , diretta da Lorenzo Fusi. La Biennale di Yerevan dal titolo «The Time Complex» inizierà quest'anno nello spazio digitale, il lancio è previsto per giugno 2020, per culminare nello spazio fisico nell'aprile 2021. Se ne riparla il prossimo anno anche per la prima Biennale di Helsinki , «The Same Sea», che si svolgerà dal 12 giugno al 26 settembre 2021, sempre sull'isola di Vallisaari e sulla terraferma ad Helsinki. Nuove date per la triennale d'arte Prospect New Orleans «P.5 Yesterday we said tomorrow», attesa per il mese di ottobre di quest'anno è stata posticipata di un anno e si terrà il 23 ottobre 2021 fino al 23 gennaio 2022.
Infine la 5ª International Biennale di Casablanca ha deciso di rinviare l'apertura e si svolgerà dal 24 maggio al 1° agosto 2021 (con giornate di apertura e anteprima professionale dal 20 al 23 maggio). Per la prima volta la Biennale estenderà il suo programma espositivo anche alla regione di Essaouira, dove ha sede il Centre for Contemporary Art and Ifitry artists residency.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti