Risparmio

Il whisky Macallan etichettato da Adami segna il record mondiale

  • Abbonati
  • Accedi
Investimenti

Il whisky Macallan etichettato da Adami segna il record mondiale

Il Santo Graal del whisky ha segnato il record mondiale a Edimburgo: una bottiglia del rarissimo The Macallan Valerio Adami 1926, invecchiata 60 anni, è stata battuta nella Bonhams Whiskey Sale della città scozzese stamattina raggiungendo il nuovo record mondiale per un whisky di 848.750 sterline, partendo dalla stima tra 700.000-900.000 sterline. Il nuovo primato supera il precedente stabilito sempre da Bonhams lo scorso maggio da un'altra bottiglia di The Macallan Valerio Adami 1926 venduta per 814.081 sterline ad Honk Kong (8.636.250 HK $). “Sono contento di questo risultato eccezionale – ha commentato Martin Green, specialista di Bonhams Whiskey di Edimburgo – realizzato qui in Scozia, patria del whisky. Bonhams detiene ora il record per le tre più pregiate bottiglie di whisky mai vendute all'asta “. Nella stessa asta di Hong Kong Bonhams, infatti, vendette anche la bottiglia di The Macallan Peter Blake 1926, sempre invecchiata 60 anni, per 751.703 sterline (7.962.500 HK $). “Il Macallan 1926 invecchiato 60 anni è come il Santo Graal del whisky: i collezionisti di whisky più seri del mondo hanno aspettato pazientemente per molti anni prima che una bottiglia come questa arrivasse sul mercato. Il Macallan single malt (cioè whisky di malto d'orzo) è il tesoro dei collezionisti di whisky e The Macallan Adami 1926 siede all'apice della produzione della distilleria scozzese“ conclude Green.

La storia. Il whisky fu imbottigliato nel 1986 e la distilleria Macallan commissionò a due famosi artisti pop - Valerio Adami (1935) e Peter Blake (1932) – il disegno delle etichette per un'edizione molto limitata di 24 bottiglie, 12 a firma di Adami e 12 di Blake. La bottiglia presentata in un Tantalus, armadietto appositamente commissionato, basato sulla tradizionale distilleria scozzese ‘Brass and Glass', fu acquistata dall'attuale venditore direttamente dalla Macallan per una somma non dichiarata nel 1994 e faceva parte di una collezione più ampia dello stesso proprietario messa in vendita.
Sebbene siano state prodotte 12 bottiglie di The Macallan Valerio Adami 1926 non si sa quante di esse esistano ancora, si dice che una sia stata distrutta da un terremoto in Giappone nel 2011 e si ritiene che almeno una sia stata aperta e bevuta. L’aggiudicazione valorizza anche l’opera di Adami, artista italiano famoso per la pittura Pop con forme audaci, piatte delineate da linee spesse e nere, che recupera la figurazione, ispirandosi alla Pop Art americana, riprendendo il fumetto con interni spersonalizzati abitati da oggetti banali, assunti come simboli, anche sessuali, della modernità. Tra i più acclamati artisti Pop italiani del XX secolo in asta ha raggiunto il record di 317.280 euro con l’olio su tela del 1966 “Le vasche da bagno” nell’aprile 2014 da Versailles Enchères Perrin-Royère-Lajeunesse.

Tornando al whisky. I Single Malt sono stati sempre una piccola nicchia del mercato, tuttora nel loro periodo di massima popolarità sono meno del 10% del mercato, è piuttosto raro trovare bottiglie datate e tanto meno con specificata la data di distillazione. L'eccezione più conosciuta è sicuramente Macallan, il cui nome, probabilmente, deriva dalle parole gaeliche ‘Magh', terreno fertile, e ‘Ellan', dal nome del monaco irlandese St Fillan che ha diffuso in Scozia il Cristianesimo nell'VIII secolo. I piccoli alambicchi di Macallan, talmente famosi da essere rappresentati sul retro di una banconota da 10 sterline della Bank of Scotland, sono cresciuti in numero negli anni. La Macallan di oggi è una potente macchina commerciale che immette sul mercato tante edizioni limitate e già “collezionabili”. La costruzione di una moderna distilleria da 16 milioni di litri, decreta una ulteriore cesura nella storia di Macallan, nata ufficialmente nel 1824 grazie ad Alexander Reid che comprò le proprietà attorno a quello che è ancora il simbolo della distilleria, la Easter Elchies House, risalente al ‘700. Reid, oltre che insegnante, era un coltivatore di orzo e impiantò la distilleria nella piena tradizione agricola del tempo, in cui si distillava durante l'inverno il surplus di orzo.

Le bottiglie più ricercate. Quali sono le bottiglie più celebri di Macallan? Secondo gli esperti della casa d’asta Bolaffi che ha un dipartimenti di Vini e distillati: “La lista sarebbe lunga, un paio di esempi sono la serie “Red Ribbon”, caratterizzata dal nastro rosso e dalle etichette in stile manoscritto, alcune distillate alla fine degli anni '30 e quelle con anno 1957, imbottigliate nel 1982, che celebrano i 25 anni di importazione del marchio in Italia da parte della Rinaldi di Bologna; il secondo esempio riguarda l'usanza di commemorare i royal marriage, tra cui quello di Carlo e Diana celebrato nel 1981, risultato dell'assemblaggio di whisky distillati negli anni di nascita dei consorti e finiti in una bottiglia”.

Aste e finanza. La casa d'asta Bonhams, fondata nel 1793, offre nelle sue sale d'asta a Londra, New York, Los Angeles e Hong Kong, ma anche a Knightsbridge, Edimburgo, Parigi, San Francisco e Sydney, arte e antiquariato, automobili e gioielli. A inizio settembre ha annunciato di entrare a far parte di Epiris Fund II, veicolo che fa parte di Epiris private equity, fondo inglese indipendente.

© Riproduzione riservata