DISAGI IN VIAGGIO

Ritardi aerei, gli aeroporti da evitare

In Canada, Tunisia o Portogallo gli hub dove i voli hanno più probabilità di subire disagi (con ritardi superiori ai 15 minuti o cancellati)

di Biagio Simonetta


default onloading pic

3' di lettura

Quando c'è di mezzo un volo, la puntualità è uno degli aspetti più incisivi. Per questo molte classifiche sull'efficienza delle compagnie aeree partono proprio da questo fattore. Inoltre, sempre più frequentemente vengono sviluppati algoritmi basati sull'intelligenza artificiale in grado di prevedere ritardi.

Qualche giorno fa, la società britannica OAG, azienda che esamina nel dettaglio il mondo dell'aviazione, ha diramato la sua tradizionale classifica sulla puntualità delle compagnia aeree (la On-time Performance Star Ratings). E i risultati dicono che la migliore al mondo, per puntualità dei voli, è l'indonesiana Garuda Indonesia, seguita dalla giapponese Fuji Dream Airlines e dalla panamense Copa Airlines. Chiudono la top five altre due compagnie nipponiche: Star Flyer e la low cost Skymark Airlines.

Europa fuori dalle prima cinque posizioni dunque. Ma concentrandoci sulla classifica solo del Vecchio continente, la top five è composta così: in testa la lettone Air Baltic, seguita dalla spagnola Binter Canarias. Poi due vettori russi (Aeroflot Russian Airlines e Siberia Airlines) e la nostra Alitalia a chiudere il cerchio. Queste classifiche di OAG sono state stilate tenendo in considerazione i dati sulle performance di volo da giugno 2018 a maggio 2019. I voli considerati “in orario” sono quelli con una tolleranza in arrivo di 15 minuti rispetto all'orario di atterraggio previsto.

Ritardi accumulati nel primo trimestre +2%
Intanto, però, sul fronte ritardi, arriva l'ormai noto bollettino predittivo di AirHelp, società di supporto passeggeri, che prevede un'estate abbastanza complicata sul fronte dei trasporti aerei. Secondo AirHelp, la bella stagione appena iniziata rischia di essere ancora peggiore di quella scorsa: sono infatti previsti disagi per più di 7,8 milioni di passeggeri che viaggeranno da e per l'Italia. La stessa società ha stabilito che, sempre in Italia, solo nel primo trimestre del 2019, i voli con ritardi o cancellazioni sono aumentati del 2% rispetto all'anno scorso.
«Nel 2018 c'è stato un vero e proprio caos in corrispondenza del periodo estivo e molti italiani hanno visto andare in fumo i loro piani per le vacanze» afferma Roberta Fichera, portavoce di AirHelp Italia. Per cercare di migliorare le cose, ci sono stati diversi summit con i vertici dell'industria aerea ed esponenti politici, ma i numeri del nostro ultimo studio non mostrano segni di miglioramento; anzi, la situazione sembra essere peggiorata. I viaggiatori dovranno aspettarsi ancora più disagi per l'estate».

Gli aeroporti dove si accumulano più ritardi
Sempre AirHelp ha analizzato più di 140mila voli delle più gettonate destinazioni turistiche durante il periodo 15 giugno al 15 settembre 2018 dall'Italia: dai dati si evince che i voli per Canada, Tunisia o Portogallo sono quelli che hanno più probabilità di subire disagi.
Il Canada solo il 25% dei voli sono atterrati puntuali, (con ritardi inferiori ai 15 minuti) senza causare problemi ai viaggiatori. Al secondo posto, con il maggior numero di voli in ritardo e cancellazioni la Tunisia (33% voli on time); seguono gli aeroporti del Portogallo (34%).
Dubai e in Qatar registrano invece tra le percentuali più alte di voli in orario, rispettivamente del 74% e 93%. In Europa invece la metà più “affidabile” è il Lussemburgo, con il 74% dei voli on time, la percentuale più alta d'Europa.
In Grecia, Spagna e Croazia i voli con ritardi o cancellati sfiorano il 50%. Buone performance invece per Francia, Olanda e Germania che hanno registrato rispettivamente una percentuale del 63%, 60% e 59% di voli puntuali.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...