Auto

Ritorna la mitica Bmw Serie 3 In decollo ci sono X7, X5 e Z4

di Simonluca Pini


default onloading pic

4' di lettura

Profondo rinnovamento per la gamma Bmw, con un lungo elenco di novità a partire dalla settima generazione della Serie 3 fino alla nuova roadster Z4. Scorrendo le anteprime esposte nell’ultimo periodo e in arrivo nei prossimi mesi la vera protagonista è la piattaforma Clar (Cluster Architecture), utilizzata dalla Serie 3 fino al maxi suv X7. Entrando nel dettaglio delle novità la berlina tedesca arriva alla settima generazione e diventa ancora più performante, tecnologica e sicura. Attesa sul mercato da marzo 2019, la Serie 3 cresce leggermente nelle dimensioni diventando più lunga di 76 mm (totale, 4,709 metri), più larga di 16 mm (1,827) e più alta di un solo mm (1,442). Il frontale è caratterizzato dal nuovo design che segue il rinnovato corso stilistico del brand bavarese, a partire dalla griglia e dai gruppi ottici con doppio Led e cambia a seconda degli allestimenti scelti dal cliente.

A sottolineare la grande attenzione al piacere di guida troviamo la rigidità del telaio incrementata fino al 50%, la distribuzione dei pesi 50/50 e una riduzione del peso di oltre 50 chilogrammi. Sotto al cofano saranno disponibili le motorizzazioni a benzina 320i quattro cilindri da 184 cv e la 330i, uguale nella cilindrata ma da 258 cv. L’offerta diesel partirà dalla 318d, quattro cilindri 2.0 da 150 cv, per arrivare alla 320d da 190 offerta anche in versione integrale xDrive. Al vertice della gamma la 330d, diesel sei cilindri in linea di 3.0 litri da 265 cv. Per la 330e, ibrida plug-in, si dovrà attendere l’estate 2019. Salendo a bordo arriva una nuova plancia pensata per offrire la massima ergonomia al guidatore. La strumentazione può essere anche digitale con schermo da 12.2”, al centro spicca il monitor centrale touch da 8,8” di serie o da 10,25” optional. Tra le novità arriva il sistema operativo Bmw 7.0 e l’assistente vocale intelligente in grado di rispondere a “Hey Bmw” e successivamente di apprendere dall’automobilista preferenze e stili. Per la seconda fila di sedili arriva anche il clima tri-zona, proposto come optional, mentre la capacità di carico è di 480 litri. Per quanto riguarda gli Adas arriva un lungo elenco di sistemi come l’ultima versione dell’avviso di urto pedone con funzione di city braking e il Driving assistant professional che le assicurano il livello 2 di guida autonoma. Passando alla Z4 il nuovo modello torna alle origini, ovvero alla scelta della capote in tela. Realizzata sulla nuova piattaforma sviluppata insieme a Toyota e utilizzata anche dalla futura Supra, la due posti tedesca cambia nelle dimensioni: il passo è stato ridotto a 2,47 metri, sono cresciuti gli sbalzi con una lunghezza totale di 4,32 metri (+85 mm) ed è più larga di 74 mm e più alta di 13 mm della precedente. L’addio al tetto in metallo ha portato un aumento della capacità di carico del 50% con 281 litri a disposizione, mentre il peso è sceso di oltre 60 kg. Completamente nuovi anche gli interni, a partire dalla plancia che adotta il Bmw Live Cockpit Professional e il Control Display da 10,25 pollici abbinati al sistema operativo 7.0. Completa anche la dotazione di sicurezza di serie: tutte le varianti offriranno di serie i fari a Led (con quelli attivi opzionali), il Collision Warning, il Pedestrian Warning con City Braking e il Lane Departure Warning, mentre sono opzionali l’Active Cruise Control con Stop&go, l’assistenza al parcheggio, il Lane Changing Warning System, lo Speed Limit Info e l’inedito head-up display. Passando alle motorizzazioni si parte dalle motorizzazioni a quattro cilindri sDrive30i da 258 cv e 400 Nm e sDrive20i da 197 cv e 320 Nm, mentre al top si posiziona la M40i dotata del 6 cilindri 3.0 benzina sovralimentato da 340 cv e 500 Nm. Tutta nuova anche la quarta generazione di X5, suv dalle dimensioni generose pronto a competere con il rinnovato Mercedes Gle. Venduto in oltre due milioni di esemplari dal 1999, il nuovo suv teutonico è lungo quasi cinque metri e offre un abitacolo anche a 7 posti con una capacità di 650 litri che può raggiungere i 1.870 abbattendo il divanetto posteriore. Iperconnesso e dotato di guida autonoma di livello 2, arriva in Italia con motorizzazioni tutte Euro 6-d Temp benzina e diesel con potenze da 265 a 400 cavalli. Restando sempre tra i suv, anzi maxi suv, l’ultima novità firmata Bmw si chiama X7 e colpisce per i dati oversize. Lungo 5.16 metri, largo quasi 2 e alto 1.88, pesa oltre 2.5 tonnellate e può far viaggiare in tutta comodità sette persone. Caratterizzata dalla grande griglia anteriore, mai vista su una Bmw, a bordo la nuova X7 si presenta con tre file di sedili di serie e la possibilità di avere 7 posti o 6 posti, tre tetti panoramici, più la capacità di abbassare e rialzare i sedili in elettrico solo con dei pulsanti. Nella configurazione a 7 posti il bagagliaio, che è accessibile sia dal portellone che dal lunotto in vetro apribile, dispone di 1.376 litri, ma quando anche la seconda fila è abbassata in avanti la capacità totale è di 2.560 litri. La configurazione a 6 posti prevede una seconda fila con due sedili separati. Sotto al cofano dispone di potenti motori V8 e 6 cilindri rispettivamente di 4.4 e 3.000 cc a benzina per la X7 xDrive50i e la xDrive40i da 462 o 340 cv. In Europa le motorizzazioni di punta saranno, invece, i turbodiesel a 6 cilindri della X7 xDrive30d da 265 cv e la xDriveM50d da 400 cv.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...