Gioielli

Ritornano i buyers internazionali al Tarì: Open registra il pieno di visitatori

L’evento si è tenuto dall’8 all’11 ottobre, con una sessione in collaborazione con l’Ice e continuerà in versione virtuale nei prossimi giorni

di Vera Viola

2' di lettura

Ritorno alla normalità. Così gli operatori e imprenditori del Tarì hanno giudicato l’ edizione di Open che, inaugurata l’8 ottobre, si è chiusa ieri. Confermate, anzi superate le aspettative per la fiera del gioiello che apre la stagione autunnale. Alle 400 aziende insediate si sono aggiunte tra gli espositori 90 aziende di gioielleria ospiti e hanno partecipato centinaia di dettaglianti ospiti. Non solo, sono tornati anche i buyers internazionali che erano scomparsi nel 2020 e nella prima metà del 2021: si tratta di ben 100 buyers internazionali provenienti da 20 Paesi.

Bilancio positivo

Nei 4 giorni della rassegna le presenze registrate sono aumentate di oltre il 45% rispetto alla edizione dello scorso anno e di oltre il 20% rispetto all’epoca pre-pandemia. «Siamo molto soddisfatti – afferma il presidente del Tarì, Vincenzo Giannotti – non soltanto per i numeri, al di sopra di ogni aspettativa, ma per l'alta qualità degli incontri commerciali e delle aziende partecipanti. Sold out di espositori e ospiti, già annunciati nelle ore precedenti l'evento, sono stati supportati dal numero degli incontri di affari e dal volume di vendite, e soprattutto abbiamo assistito con grande soddisfazione all'atteso ritorno della gioielleria. Oro, diamanti, manifatture di pregio sono stati i veri protagonisti di questa attesa edizione».

Loading...

In visita il presidente dell’Ice

Il presidente dell'Ice Carlo Maria Ferro ha preso parte all’evento del Tarì. Ferro ha voluto intervistare un ampio numero di imprenditori e raccogliere di persona l'esito dell'incoming di buyers organizzato da Ice e svoltosi nella quattro giorni.Da giovedì, con un giorno in anticipo sul programma dell'evento, si sono svolti i meeting di business, con l'arrivo di una delegazione di 100 buyers provenienti da Albania, Croazia, Cipro, Egitto, Macedonia, Ukraina, Montenegro, Russia, Kazakhistan, Emirati Arabi, Kosovo, Serbia, Marocco, Palestina, Qatar, Giordania, Egitto, Polonia, Slovenia, Spagna che hanno svolto oltre 500 incontri di affari. Grazie a un format “Phygital” l'evento continuerà con incontri su piattaforma virtuale, a beneficio degli operatori internazionali oggi ancora penalizzati dalla difficoltà dei trasporti aerei.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti