dopo l’asta

Rivoluzione 5G, tempi e applicazioni. Ecco cosa cambia nella Gigabit society

di Gianni Rusconi


Asta 5G, tutte le cose da sapere

4' di lettura

Archiviata, di fatto, l'asta per l'assegnazione delle frequenze, scatta formalmente il count down per entrare realmente nell'era delle reti mobili di quinta generazione. Ai blocchi di partenza sono cinque gli operatori pronti a partire – Iliad, Fastweb, Wind 3, Vodafone e Tim – ma è bene subito precisare che il “roll out” dei servizi commerciali richiederà tempo e sarà progressivo.

GUARDA IL VIDEO / Asta 5G, tutte le cose da sapere

La penetrazione del 5G sarà un percorso graduale, funzionale alla reale domanda (sia consumer che soprattutto in ambito business to business) e che interesserà via via diverse fette di utenza.

Con l'inizio del 2020, le cinque città italiane pilota (Milano, Prato, L'Aquila, Matera e Bari) e quelle che si sono già mosse per le prime sperimentazioni (Roma, Torino e Repubblica di San Marino) entreranno ufficialmente nel mondo avanzato dell'ultra broadband mobile; la maggior parte dell'utenza privata e delle aziende dovrà aspettare invece almeno fino al 2022, quando la copertura delle nuove reti si potrà considerare completa o quasi.
Le frequenze
La banda a 3700 MHz, già utilizzata per le sperimentazioni avviate a inizio 2018, è disponibile da subito; dal 2019 sarà invece utilizzabile la banda millimetrica a 26 GHz, già “5G-ready” (test già effettuati e software già pronto all'uso) e utilizzata per rodare i primi servizi di nuova generazione. Tim, per esempio, sfrutterà da subito questi blocchi a più alta frequenza in sinergia con le frequenze già in suo possesso per intensificare l'implementazione di servizi 5G in ambito smart city (pubblica sicurezza, trasporti, monitoraggio ambientale), sanità, turismo e cultura, media ed education. Le frequenze a 700 MHz, disponibili a partire dal 2022 quando saranno liberate dai broadcaster, sono le più preziose (hanno un valore superiore di circa il 10% rispetto a quella della banda a 800 Mhz) e serviranno agli operatori per rafforzare la copertura in banda ultralarga su tutto il territorio, anche a livello indoor.

La velocità di connessione
Almeno in teoria, avremo a disposizione connessioni da 10 a 1000 volte più veloci di quelle garantite con la tecnologia 4G Lte. L'obiettivo a tendere è di raggiungere con il 5G, entro il 2025, capacità di 100 gigabit al secondo in download, riducendo in modo sostanziale i tempi di latenza dei collegamenti mobili (che per gli esperti rappresenta il reale punto di svolta), passando da 100 a un solo millesimo di secondo. Il primo step verso la cosiddetta “gigabit society” sarà quello di raggiungere, a partire dal prossimo biennio, velocità in download nell'ordine dei 10-50 gigabit, un salto comunque quantico rispetto alle prestazioni oggi disponibili. Il salto in avanti sarà in ogni caso richiesto anche agli utenti: gli smartphone e i tablet dovranno avere antenne dedicate al 5G, integrate nei nuovi modelli che verranno immessi sul mercato a partire dai prossimi mesi (Motorola e Huawei fra i primi marchi a lanciare terminali pronti per navigare sulle nuove reti).

Asta 5G, tutte le cose da sapere

Le tecnologie
Intelligenza artificiale, realtà virtuale e aumentata, robotica, Internet of Things e sensoristica: tutte le nuove tecnologie saranno interessate dall'avvento del 5G e di conseguenza tutti gli ambiti di applicazione del digitale ne saranno impattati. Servizi come la telefonia via IP (VoIP) o la videoconferenza e le infinite soluzioni gestite attraverso sistemi di cloud computing, già sensibilmente migliorati con le reti 4G, registreranno un ulteriore passo in avanti sotto il profilo prestazionale. Non meno rilevante potrà essere l'apporto delle nuove reti sul fronte dei tool di data analytics per la gestione e l'elaborazione dei Big Data.

I settori di applicazione
Dall'automotive alle smart city, dall'agricoltura alla sanità, dalle fabbriche ai musei, dall'ambiente al turismo. Gli ambiti di applicazione del 5G sono i più disparati e il denominatore comune è quello di far viaggiare e scambiare in tempi velocissimi enormi quantità di informazioni in formato digitale (audio, video, immagini…) a distanza per consentire attività che altrimenti richiederebbero grande dispendio di risorse fisiche. In campo healthcare, per esempio, le connessioni ultraveloci supporteranno l'attività di chirurghi robot e quella dei medici chiamati ad eseguire diagnosi o interventi su un paziente da remoto. E anche la manutenzione degli impianti industriali o di una piattaforma petrolifera andrà in questo solco. I veicoli a guida autonoma sono un'altra espressione di ciò che porterà in dote la tecnologia mobile di quinta generazione: le comunicazioni “machine to machine” e fra le auto e la sensoristica presente sulle strade avverranno in tempo reale favorendo il compito ai sistemi che pilotano i mezzi a quattro ruote senza conducente. Sensori, telecamere e dispositivi Iot cambieranno infine faccia a impianti di produzione, porti e magazzini comunicando in modo integrato su un'unica infrastruttura di rete intelligente, che sfrutterà le prestazioni del 5G.

L'entertainment e la smart home
Grazie al 5G, le nostre case farcite di oggetti smart (Tv, altoparlanti, termostati, frigoriferi…) opereranno da veri e propri hub interconnessi per scambiarsi informazioni in tempo reale. Con uno smartphone, più veloce e potente di quelli attuali, saremo in grado di gestire contemporaneamente tutti gli apparecchi domotici della nostra casa, senza che l'applicazione si blocchi. In ambito entertainment, le nuove reti saranno il pilastro per la distribuzione di contenuti video in altissima definizione ripresi dai droni (è già accaduto alle ultime Olimpiadi invernali di Pyeongchang) e per migliorare i sistemi di controllo e sicurezza degli impianti sportivi in occasione dei grandi eventi (vedi i Mondiali di calcio in Russia) attraverso uno smartphone. L'effetto 5G si sentirà anche in ambito cinematografico, soprattutto per i film di animazione, e naturalmente anche nei videogiochi, soprattutto per quanto riguarda gli eSports.

loading...

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...