IL NUOVO PIANO INDUSTRIALE

Roberto Cavalli: nessun accordo tra sindacati e azienda per il trasloco a Milano

Per la società il trasferimento è irrevocabile. Lunedì nuova assemblea dei lavoratori

default onloading pic
(IMAGOECONOMICA)

Per la società il trasferimento è irrevocabile. Lunedì nuova assemblea dei lavoratori


2' di lettura

Fumata nera all'incontro fra l'azienda Roberto Cavalli, Femca-Cisl e Filctem-Cgil, venerdì 22 maggio a Firenze, sul tema dello spostamento a Milano dei 170 lavoratori della sede di Sesto Fiorentino (Firenze), che dunque sarà chiusa. Le parti sono rimaste sulle proprie posizioni. Lunedì 25 maggio si svolgerà una assemblea dei lavoratori per decidere come muoversi: tra le ipotesi, c'è quella di stabilire iniziative di mobilitazione.

L'azienda, dicono Femca e Filctem, “non ha presentato il piano industriale come invece auspicato dai sindacati, né ha fatto passi indietro sulla scelta di chiudere la sede fiorentina e di spostare tutti i lavoratori a Milano. I sindacati hanno ribadito la contrarietà alla chiusura della fabbrica e hanno chiesto garanzie occupazionali per tutto il personale fino almeno al 2026”. Il 3 giugno ci sarà un altro incontro tra azienda e sindacati sempre nella sede di Confindustria a Firenze.

Decisione irrevocabile per l’azienda
“La decisione assunta dall'azionista è irrevocabile”. E' la posizione dell’azienda al termine dell'incontro. Milano, spiega, “è il punto di riferimento per gli investitori e i clienti nazionali e internazionali”, e anche le società di servizi digitali sono “prevalentemente polarizzate” nell'area milanese. “Vogliamo definire con le organizzazioni sindacali - si legge in una nota - modalità e tempistiche del trasferimento: e vogliamo farlo presto, nell'interesse dei lavoratori. Vogliamo collaborare con sindacati e istituzioni per trovare una soluzione che consenta di gestire al meglio questa fase”. Roberto Cavalli ha anche confermato che intende dare “integrale continuità a tutti i rapporti di lavoro, garantendo a tutti i lavoratori l'applicazione dei trattamenti, dei termini e delle condizioni, previste dai relativi contratti nazionali per l'ipotesi di trasferimento”.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...