trading online

Robinhood paga 65 milioni di dollari alla Sec per pratiche scorrette

Sotto accusa comunicazioni non trasparenti sul flusso degli ordini, pratica controversa che consente ai trader ad alta frequenza e non solo di guadagnare a danno degli investitori al dettaglio

di Al.An.

(Bloomberg)

2' di lettura

L’Uber della finanza online, il broker gratuito che ha conquistato i giovani ed è diventato il fenomeno del trading degli ultimi anni comincia a mostrare qualche scheletro nel suo armadio. Robinhood Markets ha accettato di pagare 65 milioni di dollari per risolvere le accuse della Securities and Exchange Commission, la Consob americana, secondo cui il broker non ha informato adeguatamente i clienti di aver venduto i loro ordini di azioni a trader ad alta frequenza e altre società finanziarie.

Robinhood, noto per la sua popolare app per smartphone che offre negoziazioni senza commission e ha guadagnato notorietà durante la pandemia attirando una massiccia base di clienti di giovani investitori.

Loading...

Il caso prevede comunicazioni dal 2015 alla fine del 2018 da parte di un'unità di Robinhood, secondo una dichiarazione della Sec. La società, che non ha ammesso o negato le accuse del regolatore, ha affermato di essere ora completamente trasparente nelle sue comunicazioni con i clienti. «L'accordo si riferisce a pratiche del passato che oggi non riflettono Robinhood», ha commentato Dan Gallagher, chief legal officer dell'azienda. «Riconosciamo la responsabilità che deriva dall'aver aiutato milioni di investitori a fare i loro primi investimenti e ci impegniamo a continuare a far evolvere Robinhood man mano che cresciamo per soddisfare le esigenze dei nostri clienti».

Al centro del caso c'è il pagamento per il flusso degli ordini, una pratica controversa impiegata da quasi tutti i broker al dettaglio con la quale vendono gli ordini dei clienti a market maker esterni. I critici sostengono che sia pieno di conflitti che consentono ai trader ad alta frequenza e non solo di guadagnare a danno degli investitori al dettaglio.

Robinhood ha tratto grandi vantaggi dal pagamento per il flusso degli ordini, sebbene non abbia ampiamente pubblicizzato questo fatto fino all'ottobre 2018, dopo che Bloomberg ha riferito che l'azienda ha realizzato quasi la metà delle sue entrate vendendo le operazioni dei clienti a Citadel Securities, Two Sigma Securities e altre società.

L'accordo risolve uno dei numerosi problemi di correttezza che Robinhood sta cercando di superare prima di una potenziale quotazione nel 2021.Tuttavia, i problemi non mancano. Mercoledì scorso, le autorità di regolamentazione dei valori mobiliari del Massachusetts hanno presentato una denuncia contro la società, sostenendo che ha violato le sue responsabilità nel mettere al primo posto gli interessi dei propri clienti. In particolare, lo stato ha affermato che l'app di Robinhood ha esposto gli utenti a “rischi di trading non necessari” promuovendo una “gamifacation” dell'investimento in azioni per mantenere coinvolti i clienti inesperti.

Robinhood ha respinto le affermazioni, sostenendo che il caso manca di merito perché l'azienda non fornisce raccomandazioni di investimento.Robinhood deve anche affrontare ulteriori controlli da parte della SEC e dell'Autorità di regolamentazione del settore finanziario, che controlla i broker. Le autorità di regolamentazione stanno indagando sulla gestione da parte della società di un'interruzione di negoziazione di marzo che ha provocato un diluvio di reclami da parte dei clienti, come riferito da Bloomberg ad agosto.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti