Casa: città e quartieri in cui comprare per mettere a reddito

3/9Mercato

Roma

default onloading pic
(Bloomberg)

L’importante flusso turistico che interessa il centro di Roma porta numerosi investitori a valutare l’acquisto di immobili da destinare a casa vacanza o B&B. Le zone preferite sono quelle del cuore della capitale: piazza Navona, piazza di Spagna, Campo dei Fiori, Fontana di Trevi.
Si acquista dal monolocale al trilocale. In genere il taglio più grande si presta per realizzare un B&B, quello più piccolo per casa vacanza. Spesso gli investitori iniziano acquistando il taglio piccolo e poi, negli anni, ne acquistano altri più grandi. Parliamo di investimenti che partono da 250 mila € per arrivare a 500-600 mila €. Fanno eccezione coloro che decidono di avviare un’attività ricettiva posizionandosi sul target di lusso: in questo caso si parla di cifre che arrivano anche al milione di € ed oltre.

In piazza del Popolo e in via del Babuino le quotazioni medie sono di 8000-9000 € al mq. Nelle altre zone del centro di Roma i prezzi scendono mediamente a 5000-6000 € al mq per raggiungere valori di 7000-8000 € al mq per quelle posizionate in via Veneto, Fontana di Trevi e piazza Navona.

Intorno al Pantheon e nel Ghetto Ebraico non si superano gli 8000 € al mq per le soluzioni da ristrutturare con punte di 10 mila € al mq per le abitazioni in buono stato o con viste sui principali monumenti della capitale. Top price di 14-15 mila € al mq sono raggiungibili in piazza di Spagna per immobili di prestigio con vista.
Restando in centro anche nei quartieri di San Pietro-Gregorio VII-Trastevere si muovono prevalentemente investitori, che si orientano su soluzioni di piccola dimensione da destinare alla locazione turistica. La zona maggiormente richiesta con questa finalità si sviluppa tra Porta Cavalleggeri e le mura vaticane, dove sono presenti abitazioni storiche risalenti agli inizi ’900 e palazzi degli anni ’40 apprezzate per la vicinanza al Vaticano. Per un’abitazione in buono stato si spendono 4000-4500 € al mq.

Altre zone interessanti per gli investitori sono quelle di Testaccio e Piramide. A Testaccio si investono intorno a 200-250 mila € per piccoli tagli (30-40 mq) da ristrutturare e da destinare a casa vacanza. A Piramide, dove i prezzi sono più contenuti 3000-3500 € al mq, acquistano anche 60-70 mq. La zona di Piramide è più commerciale e vicina alle fermate della MM e della stazione, quella di Testaccio invece è più vicina a poli di interesse turistico.
L’acquisto di BB e casa vacanza interessa anche la zona a ridosso della Stazione Termini: o si comprano tagli da 60-70 mq per fare casa vacanza oppure oltre i 100 mq per fare B&B. Gli investitori partono da cifre di 200 mila €. Nelle traverse interne di via Giolitti una soluzione da ristrutturare costa intorno ai 3.000 € al mq.

Nella zona Prati-Cola di Rienzo-Borgo Pio la domanda di soluzioni da destinare ad affitto turistico c’è anche se in diminuzione rispetto al passato. Tra le zone apprezzate quella compresa tra via Cola di Rienzo e di via Ottaviano: la prima commerciale e ben servita e la seconda adiacente all’omonima fermata della metropolitana. In queste strade i valori per le tipologie ristrutturate si attestano su 6000 € al mq, mentre nelle strade secondarie e più interne i prezzi scendono a 4500-5000 € al mq.

Nella zona Prati-Cola di Rienzo-Borgo Pio è presente una domanda di soluzioni da destinare ad affitto turistico, sebbene in misura inferiore rispetto al passato. Tra le zone preferite quella compresa tra via Cola di Rienzo e di via Ottaviano: la prima commerciale e ben servita e la seconda adiacente all’omonima fermata della metropolitana. In queste strade i valori per le tipologie ristrutturate si attestano su 6000 € al mq, mentre nelle strade secondarie e più interne i prezzi scendono a 4500-5000 € al mq.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...