ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùResidenziale luxury

Roma, Capri, Venezia, Laghi, Sardegna e Toscana: l’appeal per le dimore di lusso

Secondo Luxuryestate.com, il portale immobiliare internazionale del settore del lusso e partner di Immobiliare.it, la tendenza è andata consolidandosi nell’ultimo trimestre, con un dato che è quasi il triplo rispetto al 2020

di Davide Madeddu

3' di lettura

Dal palazzo a Roma alla villa iconica a Capri passando per Forte dei Marmi e arrivando a Venezia. Il mercato dell’immobiliare, nel segmento lusso, segna una ripresa . E in questo scenario post pandemia, l’Italia si conferma tra le mete più ambite. Con acquirenti che arrivano da Usa, Germania e nord Europa. Una tendenza che è andata consolidandosi nell’ultimo trimestre, con un dato che è quasi il triplo rispetto al 2020.

È quanto emerge dal rapporto di Luxuryestate.com, il portale immobiliare internazionale del settore del lusso e partner di Immobiliare.it, che ha indagato su quali sono le mete del lusso. «L’Italia si conferma la meta più ambita – chiariscono dal gruppo –: nel primo trimestre del 2022 è qui che si accentra la quasi totalità (95%) delle preferenze degli italiani. Rispetto allo stesso periodo del 2020, che coincide con il principio della pandemia, la domanda è quasi triplicata».

Loading...

Prima città in assoluto “nei desiderata dei più ricchi è Roma”, dove circa 1 utente su 3 con ampia disponibilità economica cerca casa, con una domanda cresciuta del quadruplo rispetto al primo trimestre del 2020. Anche il numero di contatti per Milano è aumentato di più del doppio rispetto allo stesso periodo di due anni fa, e la città raccoglie circa il 25% delle ricerche. «Al terzo posto, con un divario notevole, si trova Torino – sottolineano ancora il report di Luxuryestate.com –: la città sabauda è al 2% delle preferenze di chi sta cercando una dimora di lusso in cui vivere ma, a differenza delle due precedenti, negli ultimi tre anni ha conosciuto una crescita costante, seppure non lineare, dell’interesse».

Che l’Italia sia una destinazione particolarmente attraente e questo faccia registrare una crescita costante della domanda di case del segmento lusso lo conferma anche Clemente Pignatti Morano, managing partner di Italy Sotheby’s International Realty: «L’attenzione del buyer estero per la sua casa in Italia è rivolta principalmente a proprietà esclusive e iconiche, siano esse Ville pieds dans l’eau, di campagna o chalet di montagna, come anche penthouse lussuose nei quartieri glam milanesi o romani».

Oltre agli inglesi interessati prima alla Toscana poi alla Puglia, e agli americani e russi, ad acquistare edifici di lusso ci sono tedeschi, nord europei (belgi, svedesi, olandesi) e messicani.Un altro capitolo è rappresentato dalle destinazioni che mettono assieme sia le grandi città, Roma, Milano o Torino ma anche Venezia, Napoli, Firenze, sia le mete turistiche. In questo caso, si va da Portofino a Courmayeur passando per Cortina d'Ampezzo, il Lago di Como, il Lago di Garda e il Lago Maggiore. E poi Porto Cervo, Porto Rotondo, Forte dei Marmi, Taormina e Capri.«Chi cerca una dimora di pregio in Italia vuole il gusto italiano, lo stile e la qualità Made in Italy, puntando su immobili contraddistinti da unicità – sottolinea Dario Castiglia Ceo & founder RE/MAX Italia –. Appena ci si allontana dai capoluoghi, i clienti altospendenti sono sempre attirati dalla vicinanza all'acqua. Il desiderata è ovviamente il lusso estremo: intere colline a degrado sul mare, antiche torri e tenute storiche». Quanto ai costi, come sottolinea Clemente Pignatti Morano, si passa dalla villa di Forte dei Marmi venduta a circa 8 milioni di euro ai 9 milioni per una villa a Capri per salire sino a 20 all’Argentario o a 37,5 a Roma.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati