MOSTRA FOTOGRAFICA

Roma prima del caos

di Riccardo Ferrazza


default onloading pic

2' di lettura

Cosa resta di Roma senza i rumori, i cassonetti stracolmi, la sporcizia delle strade, gli autobus in fiamme, i minacciosi animali di cielo (gabbiani) e di terra (topi) e tutti gli altri protagonisti della cronaca che avvolge in una nube velenosa la vita dell’Urbe? Resta la materia di cui è fatta la città: la leucitite e il basalto delle strade, il peperino degli edifici, il tufo degli acquedotti, il travertino delle chiese, i pali in ferro del gazometro, il cemento.

Senza tempo
È l’esperimento riuscito a Olimpia Pallavicino (romana, classe 1965) che nelle foto in mostra fino all’11 aprile allo Spazio Cerere, la “factory” nel quartiere di San Lorenzo, ferma nelle 28 immagini in bianco e nero monumenti e piazze nella loro essenza. Non ci sono mai persone né oggetti in movimento in queste foto scattate nelle prime ore del mattino in luoghi consumati dal turismo (Colosseo) o marginali (Tor Marancia), magnifici (San Pietro nella nebbia invernale) o “mostruosi” (la tangenziale Est), centrali (il salotto di piazza di Spagna) o al limite della campagna (via Appia). Scatto dopo scatto si segue una traiettoria che tiene insieme antico e contemporaneo, stessi elementi di un quadro in cui il tempo guarda per un attimo altrove.

“Roma ricevuta”, la città prima del caos nelle foto di Olimpia Pallavicino

“Roma ricevuta”, la città prima del caos nelle foto di Olimpia Pallavicino

Photogallery28 foto

Visualizza

Sospensione
«Questo progetto - racconta Olimpia Pallavicino, già allieva di Cristina Ghergo (figlia del fotografo maestro del glamour Arturo Ghergo) - nasce da un’idea della mia città, Roma, che ho sempre immaginato e sognato e che, nel coglierla, mi ha fatto scoprire certi aspetti che ho come ricevuto. Ho cercato di fotografarla in certi momenti particolari, senza macchine e senza persone, sospesa». Il titolo della mostra è “Roma ricevuta” ma per l’effetto che produce su chi avrà modo di visitarla potrebbe chiamarsi anche “Roma rigenerata”: un set cinematografico appena allestito e pronto ad accogliere attori e comparse per una nuova giornata di riprese. E di caos.

La mostra
Roma ricevuta - Fotografie di Olimpia Pallavicino
Fino all’11 aprile
Spazio Cerere - Via degli Ausoni, 3 Roma
Tel. 0645422960 - www.pastificiocerere.it
Lunedì-venerdì 15-19 Sabato 16-20
Ingresso gratuito

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...