Ospitalità

Rosewood inaugura 19 nuove suite in Toscana

Lo storico brand alberghiero si avvia ad avere tre strutture di lusso in Italia. Oltre alla Toscana, Venezia e porto Cervo

di Paola Dezza

2' di lettura

Rosewood Castiglion del Bosco inaugura 19 suite private di nuova concezione. Nella splendida cornice della tenuta che vanta vedute mozzafiato sul Parco Naturale della Val d’Orcia, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco e su Montalcino. Tenuta fondata da Massimo e Chiara Ferragamo, Rosewood Castiglion del Bosco incarna la filosofia A Sense of Place di Rosewood, dove le caratteristiche locali della destinazione sono fonte di ispirazione dell’offerta di servizi.

La struttura avrà così a disposizione degli ospiti 53 alloggi, di cui 42 suite ultra-lusso e 11 ville private. Inoltre, per la prima volta, l’intera struttura rimarrà aperta anche durante l’autunno e il periodo natalizio.

Loading...

Le nuove suite hanno accesso a una piscina a sfioro semi-olimpionica riscaldata e si contraddistinguono per interni dal design personalizzato. Il nuovo complesso va ad aggiungersi al Borgo adiacente, lo storico villaggio toscano che ospita i due ristoranti della proprietà e The Spa.

«Questa operazione arriva in un momento molto entusiasmante che vede un continuo arrivo di ospiti, dall'Italia ma anche dall'estero, per un soggiorno nella nostra splendida tenuta toscana - ha affermato Davide Bertilaccio, Regional Vice President e Managing Director di Rosewood Castiglion del Bosco -. Attraverso ogni aspetto del design della proprietà, puntiamo a fornire un'esperienza quanto più personalizzata e autentica sempre nel rispetto della filosofia A Sense of Place che da sempre ci guida».

Teresa Burgisser, da sempre interior designer del resort, ha lavorato a stretto contatto con la co-fondatrice Chiara Ferragamo per garantire la perfetta integrazione dei nuovi spazi e delle ristrutturazioni.

È prevista per il 2022 la terza apertura di Rosewood Hotels & Resorts in Italia e la cornice sarà quella di Porto Cervo, Sardegna. Nella celebre location di vacanza il gruppo dell'ospitalità aprirà una struttura ultralusso. L'hotel, che sarà gestito dalla società Quianto Capital Limited, sorgerà a 1,5 chilometri a sud della città di Porto Cervo, avrà 65 camere, di cui 26 suite, tutte caratterizzate da una vista spettacolare a 180 gradi sul Mar Mediterraneo e servizi curati.

Rosewood Porto Cervo offrirà una ampia gamma di proposte di ristorazione e svago progettate per riflettere la natura circostante e la cultura locale. Saranno ben quattro le aree di ristorazione: bistrot e lounge bar, bar a bordo piscina e beach club. Non mancheranno una Spa, la piscina e un centro fitness.

Il secondo hotel Rosewood in Italia è a Venezia in un immobile storico costruito nella metà del 1400. Palazzo Donà Giovannelli, che è stato a suo tempo dimora del Duca di Urbino e sede del matrimonio del figlio con la principessa Vittoria Farnese, è stato acquistato dal gruppo Barletta per farne un albergo gestito dal marchio internazionale Rosewood Hotels & Resorts. Il gruppo vanta oggi 24 proprietà di lusso uniche in 15 Paesi, con 21 nuovi hotel in fase di sviluppo.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati