fisco

Rottamazione cartelle, adesioni verso quota 350mila

di Enrico Bronzo

2' di lettura

È partita la corsa allo sportello per presentare in tempo la domanda di rottamazione delle cartelle esattoriali. Alla sola Equitalia sono già state presentate quasi 350mila istanze (343.340 il dato al 28 febbraio), con un boom negli ultimi due mesi del 246%.

A fine 2016, quando la misura introdotta con il decreto fiscale collegato alla legge di Bilancio era già in vigore da diverse settimane, le domande erano a quota 99.118. I contribuenti che vogliono sanare la loro posizione con lo sconto hanno tempo fino a fine marzo.

Loading...

Equitalia rafforza le aperture

Per fare fronte a questo elevato numero di domande, Equitalia ha deciso di tenere diversi sportelli aperti anche di pomeriggio per dare massima assistenza ai contribuenti interessati in queste settimane alla definizione agevolata, la cosiddetta rottamazione delle cartelle prevista dal decreto legge 193/2016 convertito con modificazioni dalla legge 225/2016.

Da lunedì 6 marzo e fino al 31, infatti, 15 sportelli di Equitalia saranno aperti anche di pomeriggio, fino alle 15.15, prolungando di due ore l'orario di apertura al pubblico.

Da aprile 2016 l'orario pomeridiano agli sportelli cosiddetti ad alta affluenza di Roma (via Colombo, via Benigni, via Aurelia), Napoli (Corso Meridionale), Milano (viale dell'Innovazione, via Lario) e Torino (via Alfieri) era stato deciso, d'intesa con le rappresentanze sindacali, per poter soddisfare il maggior numero possibile di contribuenti e diminuire i tempi di attesa.

In vista del 31 marzo, termine ultimo fissato dalla legge per aderire alla definizione agevolata, Equitalia ha disposto che l'orario prolungato fino alle 15,15 sia esteso anche ad altri 15 sportelli con sede a Padova, Bologna, Firenze e, con operazioni di cassa fino alle 13.15, a Bari (via Marin), Perugia, Napoli (Fuorigrotta e Vomero), Caserta, Salerno, Cagliari, Sassari, Catanzaro, Cosenza, Crotone e Reggio Calabria.

L'obiettivo è quello di poter servire il maggior numero di cittadini in considerazione dell'alta affluenza che si sta registrando in queste settimane soprattutto da parte di chi vuole aderire alla definizione agevolata che permette ai contribuenti di pagare cartelle e avvisi senza sanzioni e interessi di mora.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti