Milano diventa Rosa

Ruby chocolate, il cioccolato rosa, buono e solidale

di Food 24


default onloading pic

3' di lettura

Il mese di ottobre è dedicato alla campagna Nastro Rosa, e anche Milano assume questa sfumatura di colore sostenendo un'iniziativa dedicata alle donne promossa dal Chocolate Academy Center Milano e gli Ambassador de Il Cioccolato Buono a favore di LILT  Milano (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori), che proprio nel 2018 festeggia il suo 70° anniversario.

Tra le tante attività ci sono le nove ricette dedicate ad alcune delle personalità femminili che nel corso del Novecento hanno reso grande Milano nel mondo, (Franca Rame, Gae Aulenti, Mariuccia Mandelli in arte Krizia, Franca Sozzani, Alda Merini, Fernanda Pivano, Rosella Schiaffino e Alfonsina Strada) firmate da altrettanti chef che hanno deciso di sostenere il progetto non profit.

I piatti, che sono disponibili nei rispettivi ristoranti e pasticcerie, portano la firma degli chef Enrico Cerea (Da Vittorio), Sara Preceruti (Acquada) e Davide Oldani (D'O), il mixologist Cristian Lodi (Milord), il maestro dei lievitati Matteo Cunsolo e i pastry chef e maître chocolatier Loretta Fanella, Federica Russo, Fabrizio Galla e Luigi Biasetto.

Protagonista di ogni ricetta è il Ruby Chocolate, un cioccolato naturalmente rosa perché frutto della lavorazione di particolari fave di cacao color rubino, caratterizzato da un sapore intenso e fruttato, perfettamente bilanciato da note acidule che ricordano il lampone. Questa nuova tipologia di cioccolato si presta tanto alla preparazione di dessert quanto a portate salate.

Le ricette rosa
Ruby Chocolate, combinato all'acidità del lampone disidratato e alla delicatezza del calamaro è diventato la perfetta mantecatura del risotto che Sara Preceuti ha dedicato ad Alda Merini. Sempre alla Merini la pastry chef Loretta Fanella si è ispirata per la sua “Rosa Rosa”, un budino che unisce ingredienti semplici come latte e zucchero ma che si discosta dal tipico budino al cioccolato grazie all'utilizzo di Ruby Chocolate. Sullo stesso fil “rose” è giocato il dessert dedicato da Enrico Cerea all'attrice e drammaturga Franca Rame, amante dei dolci e della buona cucina, dove il Ruby Chocolate, esplorato in tutte le sue consistenze (cremoso, soffiato e liquido), ne rappresenta la natura dolce e femminile mentre l'acidità di yogurt, fragola e lampone ne esaltano invece l'aspetto più passionale.
Il mixologist Cristian Lodi si è ispirato all'architetto e designer Gae Aulenti per realizzare un cocktail in cui ogni ingrediente richiama uno dei Paesi dove la grande artista ha firmato i suoi progetti più importanti: lo yuzu per il Giappone, il Falernum al pistacchio per la Spagna e il cognac per la Francia. La bellezza e l'eleganza dell'attrice Rosanna Schiaffino invece trovano il loro corrispettivo gastronomico nel macaron firmato dal pluripremiato pasticcere padovano Luigi Biasetto, dove le soffici semisfere rosate racchiudono un doppio ripieno a base di cioccolato fondente e Ruby Chocolate.

Il cioccolato rosa,  buon per fare del bene

Il cioccolato rosa, buon per fare del bene

Photogallery13 foto

Visualizza

Alla mente fina e all'eleganza discreta di Mariuccia Mandelli, in arte Krizia, si è infine ispirato il pasticcere e maître chocolatier piemontese Fabrizio Galla, realizzando una pralina chiamata Platone – dai cui dialoghi la stilista milanese ha preso il suo pseudonimo – dove le componenti aromatiche di vaniglia e violetta rendono omaggio alla passione di Krizia verso il mondo dei profumi e delle fragranze.
Panini dolci ripieni di una mousse a base di gorgonzola di capra e guarniti con una spolverata di granella di Ruby Chocolate sono l'omaggio del maestro dei lievitati Matteo Cunsolo alla campionessa del ciclismo Alfonsina Strada, la prima donna a partecipare ufficialmente al Giro d'Italia.
La passione per il glamour, la moda e il design di Franca Sozzani è stata celebrata invece da Federica Russo, la migliore giovane pasticcera italiana del 2018 a base di caffè, mandorla e mousse al Ruby Chocolate. Pane, Ruby Chocolate e gelato di pistacchio è invece l’omaggio dello chef Davide Oldani a Fernanda Pivano.

Per chi volesse dare un sostegno a LILT ecco dove comprare la pralina e la tavoletta Ruby Chocolate:
sabato 20 ottobre in via Fiori Chiari in concomitanza con la mostra fotografica #fatelevedere;
sabato 20 e domenica 21 ottobre, all'angolo tra via Brera e via Fiori Oscuri al corner LILT;
dal 13 al 21 ottobre sull'Unità mobile che farà tappa a Milano e in vari comuni dell'hinterland per offrire visite senologiche gratuite;
durante il mese di ottobre negli Spazi Prevenzione di LILT Milano e a Sesto San Giovanni in occasione di vari eventi di sensibilizzazione aperti alla cittadinanza.

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...