ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùIl processo a Milano

Ruby ter, procura chiede condanna a 6 anni per Berlusconi

Il leader di Forza Italia è imputato per corruzione in atti giudiziari. Chiesti cinque anni di reclusione nei confronti di Karima El Mahroug, accusata di falsa testimonianza e corruzione in atti giudiziari. E un anno e quattro mesi per Maria Rosaria Rossi, senatrice ed ex fedelissima del Cavaliere, per falsa testimonianza.

Ruby Ter, legale Berlusconi: "Abbiamo argomenti forti per replicare"

2' di lettura

Il procuratore aggiunto di Milano Tiziana Siciliano e il pm Luca Gaglio hanno chiesto una condanna a 6 anni di reclusione per Silvio Berlusconi imputato per corruzione in atti giudiziari nel processo sul caso Ruby ter e 5 anni di reclusione nei confronti di Karima El Mahroug, accusata di falsa testimonianza e corruzione in atti giudiziari. La Procura di Milano ha chiesto inoltre di confiscare circa 10 milioni e 800mila euro a Berlusconi come «prezzo della corruzione» e di 5 milioni di euro a carico di Karima El Mahroug come «prezzo del reato»

Procura chiede 28 condanne, anche per senatrice Rossi

Il procuratore aggiunto Tiziana Siciliano e il pm Luca Gaglio hanno chiesto in tutto 28 condanne. Tra le richieste quella di condannare Maria Rosaria Rossi, senatrice ed ex fedelissima del Cavaliere, a un anno e quattro mesi per falsa testimonianza. Accusa contestata anche al giornalista Carlo Rossella per il quale sono stati chiesti due anni. Chieste condanne fino a 5 anni per venti cosiddette ’ex olgettine’, ex ospiti delle serate di Arcore, il cui silenzio sarebbe stato comprato dall’ex premier.

Loading...

Pm: Berlusconi garantì reddito e tetto alle ragazze

«A queste ragazze è stato assicurato che sarebbero state a posto sia come reddito, con un mensile da 2.500 euro, che per un tetto, una casa, un alloggio» ha affermato il pm di Milano Luca Gaglio nella seconda parte della requisitoria, iniziata oggi dopo l’udienza di una settimana fa. Ci sono elementi e prove, ha spiegato il pm, «che dimostrano che già dal 2011», prima che le giovani andassero a testimoniare in aula, «esisteva un accordo corruttivo» tra l’ex premier e le ragazze «volto ad ottenere le false testimonianze di tutte le testimoni dei Ruby 1 e 2”. Le giovani venivano “pagate anche per rendere interviste ai media non diverse da quelle in tribunale».

Difesa Berlusconi: richiesta pm non sorprende

La tesi difensiva, invece, è che le ragazze fossero state risarcite per la loro reputazione compromessa dopo lo scandalo delle serate a Villa San Martino. «Non sono sorpreso, questo è un processo dove la Procura da anni continua con questa impostazione accusatoria e noi abbiamo argomenti solidi per arrivare all’assoluzione, il reato non c’è, tutto quello che è stato fatto oggetto di contestazione è smentibile» ha detto l’avvocato Federico Cecconi, legale di Berlusconi, ai cronisti dopo la richiesta di condanna per l’ex premier a 6 anni per il caso Ruby ter. La sentenza arriverà non prima di settembre.


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti