coppe europee

Rugby, Bortolami lancia il Benetton: «A Grenoble per vincere»

di Giacomo Bagnasco


default onloading pic
Marco Bortolami (Ansa)

3' di lettura

Battere una francese sul suo campo: mai un'impresa facile, eppure è qui la prima linea del Piave per il Benetton Treviso. Vincere stasera in casa del Grenoble, già fuori dal discorso qualificazione ai quarti, e poi sperare in altre squadre transalpine impegnate in casa. A loro volta escluse dal passaggio del turno ma decise a fare bella figura davanti al proprio pubblico. La buona notizia potrebbe arrivare da Agen sotto forma di sconfitta degli Harlequins oppure, domani, da Bordeaux, se il Connacht verrà messo sotto. Basta una di queste due condizioni (meglio la prima, eventualmente...) per aprire la strada ai veneti.

Marco Bortolami - storico capitano azzurro con oltre 10 Sei Nazioni all'attivo, seconda linea da 112 presenze in Nazionale, con esperienze ai massimi livelli nei campionati di Inghilterra e Francia - è ora il vice-allenatore del Benetton e si occupa in particolare della mischia. Trentotto anni, padovano, è alla terza stagione con la franchigia, essendo arrivato contemporaneamente a Kieran Crowley, l’head coach neozelandese. «Questa è la stagione migliore - sottolinea - e non a caso. In realtà il terzo anno può essere il più critico, quello dove la crescita rallenta. Ma non è stato il nostro caso. La squadra attraversa un periodo positivo anche in campionato (è seconda nel girone di Pro14, ndr) e ora deve fare la sua parte. Non sarà facile vincere a Grenoble perché i francesi in casa hanno sempre motivazioni alte. Il discorso vale anche per le altre, pensiamo a noi e dopo guardiamo che cosa succede».

Per lo meno Grenoble porta con sé ricordi lieti. A marzo 1997 Bortolami era nel giro delle Nazionali giovanili e visse davanti alla tv uno dei trionfi più importanti di sempre degli Azzurri: 40-32 alla Francia che aveva appena vinto il Cinque Nazioni. «Non ci avevo pensato - dice Marco - ma sarebbe bello dare una conferma alla teoria dei corsi e ricorsi storici». Alla prima volta dell'Italia vittoriosa in Francia si potrebbe aggiungere la prima volta di un'italiana ai quarti di finale della Challenge Cup.

Il Benetton non rinuncia al turnover nemmeno in questa circostanza, basti pensare che Tito Tebaldi - migliore in campo sabato contro l'Agen - non andrà nemmeno in panchina. «Si lavora di fino per dare settimane di riposo e nello stesso tempo mantenere per tutti il ritmo partita. In una stagione tanto lunga non si può fare una pianificazione al 100 per cento, l'importante è garantire lo stato di forma più a lungo possibile, senza picchi e senza cadute. Considerando anche gli impegni della Nazionale». E la franchigia trevigiana, che fornisce quasi i due terzi del gruppo di azzurri convocati per il primo raduno in vista del Sei Nazioni, è “sotto pressione” anche qui.

Si interviene su diversi ambiti: «Dal punto di vista tecnico l'obiettivo è un rugby sempre più di movimento, da quello fisico si punta a rendere i giocatori pronti, naturalmente con l'aiuto dei medici: più elementi si hanno a disposizione più è possibile farli ruotare senza sovraccaricarli. Ma alla fine l'aspetto mentale è il più importante di tutti, come in qualsiasi sport. E qui abbiamo fatto i maggiori progressi quest'anno: ogni cosa è valorizzata se le motivazioni e l'attitudine sono quelle giuste. I risultati arrivano». Altri ne aspettiamo in questo week end.

LA CHALLENGE CUP
Si qualificano ai quarti di finale le prime dei rispettivi gironi e le tre migliori seconde
Il sesto e ultimo turno
Girone 1. Oggi: Northampton Saints (Inghilterra)-Timisoara Saracens (Romania); Dragons (Galles)-Clermont Auvergne (Francia)
Girone 2. Domani: Pau (Francia)-Ospreys (Galles); Worcester (Inghilterra)-Stade Francais (Francia)
Girone 3. Domani: Bordeaux Begles (Francia)-Connacht (Irlanda); Sale Sharks (Inghilterra)-Perpignan (Francia)
Girone 4. Domani: Bristol Bears (Inghilterra)- Enisei Stm (Russia); ZEBRE-La Rochelle (Francia)*
Girone 5. Oggi: Grenoble (Francia)-BENETTON**; Agen (Francia)-Harlequins (Inghilterra)
*Diretta tv alle 15 su Dazn - **Diretta tv alle 19.45 su Dazn
Le classifiche dopo cinque turni
Girone 1. Clermont Auvergne 25 punti; Northampton Saints 16; Dragons 10; Timisoara Saracens 0
Girone 2: Worcester 17 punti; Ospreys 12; Stade Francais 10; Pau 8
Girone 3. Sale Sharks e Connacht 17; Bordeaux Begles 11; Perpignan 3
Girone 4. La Rochelle 20 punti; Bristol Bears 16; ZEBRE 14; Enisei Stm 1
Girone 5. Harlequins 16 punti; BENETTON 15; Grenoble e Agen 9

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...