Sport

Rugby, una città-sponsor per l'avventura giapponese degli Azzurri

di Giacomo Bagnasco

(Ansa)

3' di lettura

TREVISO - Due anni di seguito in Giappone, per l'Italia del rugby. E se nel 2018 l'appuntamento è legato ai test match che gli Azzurri giocheranno contro la Nazionale del Sol Levante, il 2019 propone l'evento ovale più importante in assoluto: la Rugby World Cup, per la prima volta ospitata da un Paese asiatico e, comunque, da una nazione che non appartiene alla più ristretta aristocrazia di questo sport.
L'Italia si è già portata avanti, quanto meno dal punto di vista logistico, andando addirittura a “conquistare” uno sponsor locale per quanto riguarda l'ospitalità nei due periodi che precederanno la fase agonistica vera e propria. Ed è la prima volta che si stringe un legame del genere oltre confine. Il nuovo sponsor è una città - Ueda, nella prefettura (o provincia) di Nagano, a 75 minuti di “supertreno” da Tokyo - che fornisce un'area straordinariamente orientata verso rugby: nella località montana di Sugadaira, a 1300 metri di altitudine, ci sono un centinaio di impianti che si riempiono specialmente nella stagione estiva, ospitando in media 800 squadre giapponesi di tutti i livelli impegnate in vari camp. La volontà degli amministratori locali di proporsi come una località appetibile per i turisti da un lato e per le spedizioni sportive dall'altro, pensando in particolare ai Giochi di Tokyo del 2020, ha portato a identificare nell'Italrugby un partner e un testimonial ideale. Nei prossimi due anni, Conor O' Shea e i suoi giocatori trascorreranno in tutto una dozzina di giorni nella città retta dal sindaco Soichi Motai. Avendo non solo la più ampia disponibilità di strutture, ma anche un contributo economico. Che nessuno quantifica con precisione ma che dovrebbe superare i 500mila euro.
Oggi alla conferenza stampa tenuta nell'hotel che è il quartiere generale azzurro per l'ultimo raduno in vista dei test match di novembre il presidente federale Alfredo Gavazzi ha espresso la speranza che questo sia un passo significativo verso una serie di rapporti (soprattutto commerciali) con l'Oriente. La firma dell'accordo Ueda-Fir è stata accompagnata dalle parole ottimistiche del sindaco della città nipponica: “È la prima volta che ospitiamo una Nazionale straniera e, se personalmente avevo subito pensato all'Italia anche per l'appeal che il vostro Paese esercita sul Giappone, la mia linea è stata seguita subito dalla prefettura di Nagano. L'idea è quella di non limitare la collaborazione alla disponibilità di alberghi e strutture sportive, ma di coinvolgere i nostri concittadini”.
L'obiettivo è quello di acquisire popolarità anche in vista delle Olimpiadi. “Per l'occasione - spiega il primo cittadino - tutte le località giapponesi sono focalizzate sugli aspetti turistici e noi puntiamo ad attirare persone nella nostra città, per evitare che resti fuori dai circuiti più importanti”. Sulla stessa linea, Takeshi Nutazawa, presidente del comitato organizzatore che si occuperà della trasferta azzurra, il quale tiene a sottolineare che per il 2019 Ueda ha siglato un accordo esclusivo con l'Italia.
Soddisfatto Conor O' Shea, che ha ottenuto le migliori referenze sulla struttura da Eddie Jones, ct dell'Inghilterra nel recente passato alla guida del Giappone: “Sarà molto importante - osserva - avviare il soggiorno del 2019 in un contesto che si conosce già”. E alla fine c'è anche la sorpresa fornita da Dean Budd, avanti neozelandese del Benetton equiparato ed eleggibile in azzurro. Che qualche anno fa ha giocato nel massimo campionato giapponese, con i Nec Green Rockets, e ha dimostrato agli ospiti di non avere dimenticato la loro lingua.

I CREDIT AGRICOLE CARIPARMA TEST MATCH 2017
Catania, sabato 11 novembre: Italia-Figi
Firenze, 18 novembre: Italia-Argentina
Padova, 25 novembre: Italia-Sudafrica

Loading...

IL GRUPPO DEGLI AZZURRI
Piloni: Chistolini, Lovotti (Zebre); Ferrari, Pasquali, Zani (Benetton)
Tallonatori: Bigi (Benetton); Fabiani (Zebre); Ghiraldini (Stade Toulousain)
Seconde linee: Budd, Fuser, Lazzaroni, Ruzza (Benetton)
Terze linee: Giammarioli (Zebre); Licata (Fiamme Oro); Minto, Negri, Steyn (Benetton); Parisse (Stade Francais, capitano)
Mediani di mischia: Gori, Tebaldi (Benetton); Violi (Zebre)
Mediani d'apertura: Canna (Zebre); McKinley (Benetton)
Centri: Benvenuti, Hayward (Benetton); Boni, Castello (Zebre)
Ali: Bellini, Venditti (Zebre); Esposito (Benetton); L. Sarto (Glasgow Warriors)
Estremi: Minozzi (Zebre); Padovani (Toulon)

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti