la gara contro figi

Rugby, linea verde dell’Italia per il primo test match

di Giacomo Bagnasco

(Ansa)

2' di lettura

Una formazione giovane, tanto per cominciare. È quella che ha scelto il ct Conor O' Shea per affrontare Figi, il primo dei tre avversari in calendario nei test match internazionali di novembre.
Gli Azzurri, quindicesimi in un ranking che sembra essere un po' penalizzante rispetto ai reali valori, affrontano sabato a Catania la Nazionale delle Isole Figi, che occupa il nono posto, e lo fanno con una squadra dall'età media bassa (poco oltre i 26 anni) e dall'esperienza limitata: sono otto, tra i titolari scelti dal tecnico irlandese, i giocatori che non superano le cinque presenze a testa e la media dei “caps”, una ventina, scende precipitosamente a 12 se escludiamo dalla lista capitan Sergio Parisse e i suoi 126 match con l'Italia.

L'esordiente assoluto è Jayden Hayward del Benetton Treviso, viene dalla Nuova Zelanda ed è selezionabile grazie al fatto che da più di tre anni gioca in Italia. Un altro equiparato in campo dall'inizio è il sudafricano Braam Steyn, mentre in panchina vanno il neozelandese Dean Budd e l'irlandese Ian McKinley. Per quest'ultimo, così come per i giovanissimi rincalzi Matteo Minozzi e Giovanni Licata (di 21 e 20 anni), un ingresso in campo equivarrebbe al debutto assoluto con la Nazionale maggiore. I due “grandi esperti” destinati alla panchina, invece, sono il tallonatore Leonardo Ghiraldini e il mediano di mischia Edoardo Gori, visto che le maglie n. 2 e 9 saranno indossate rispettivamente da Luca Bigi e Marcello Violi.

Loading...

Un'ultima osservazione, che richiede una conferma nelle prossime partite, riguarda la suddivisione della squadra in due blocchi ben definiti: in mischia sei giocatori su otto sono del Benetton Treviso, fra i mediani e i trequarti cinque su sette appartengono alle Zebre. Difficile, comunque, che sia solo un caso: pur avendo un po' rallentato nelle ultime settimane i due superclub nazionali hanno iniziato la stagione con un rendimento decisamente migliore rispetto agli anni passati, evidenziando soprattutto una il valore degli avanti e l'altra quella del reparto arretrato.

COSÌ IN CAMPO
Italia-Figi (Catania, sabato 11, ore 15): la formazione degli Azzurri
Hayward (Benetton Treviso); L. Sarto (Glasgow Warriors), Boni (Zebre), Castello (Zebre), Bellini (Zebre); Canna (Zebre), Violi (Zebre); Parisse (cap., Stade Francais), Steyn (Benetton), Minto (Benetton); Budd (Benetton), Fuser (Benetton); Ferrari (Benetton), Bigi (Benetton), Lovotti (Zebre). A disposizione: Ghiraldini (Stade Toulousain), Zani (Benetton), Chistolini (Zebre), Lazzaroni (Benetton), Licata (Fiamme Oro), Gori (Benetton), McKinley (Benetton), Minozzi (Zebre).

I TEST MATCH
Sabato 11 novembre: ITALIA-Figi; Scozia-Samoa; Inghilterra-Argentina; Galles-Australia; Irlanda-Sudafrica; Francia-Nuova Zelanda.
Martedì 14 novembre: Francia-Nuova Zelanda.
Sabato 18 novembre: ITALIA-Argentina; Inghilterra-Australia; Scozia-Nuova Zelanda; Irlanda- Figi; Francia-Sudafrica.
Sabato 25 novembre: ITALIA-Sudafrica; Scozia-Australia; Inghilterra-Samoa; Galles-Nuova Zelanda; Irlanda-Argentina.
Sabato 2 dicembre: Galles-Sudafrica.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti