I conti del primo semestre

Ryanair, +11% di utili nonostante le cancellazioni dei voli

default onloading pic
(Ansa)


2' di lettura

La compagnia aerea low cost Ryanair ha annunciato di aver chiuso il primo semestre con l'utile in crescita dell'11% a 1,293 miliardi di euro grazie ad un aumento del traffico e dei minori costi di carburante. Ryanair ha registrato un aumento del traffico dell'11% in questo periodo che ha portato la compagnia a quota 72,1 milioni di passeggeri. Hanno contribuito le vacanze di Pasqua e la riduzione dei prezzi dei biglietti del 5 per cento.

La compagnia low cost ha riportato un utile ante imposte in rialzo a 1,293 miliardi di euro per i sei mesi che terminano a settembre, da 1.168 miliardi di euro dello stesso periodo dello scorso anno. I ricavi sono aumentati del 7% a 4,425 miliardi di euro con l'incremento di 80 nuove rotte e il ribasso delle tariffe aeree del 5%.“Questi solidi risultati del primo semestre rafforzano il modello di crescita e di basso costo Ryanair, nonostante il periodo segnato da problemi operativi legati al programma di ferie dei piloti”, ha commentato il ceo Michael O'Leary. Nonostante la cancellazione di migliaia di voli, da settembre al prossimo marzo, Ryanair mantiene le stime per il 2017-2018 con l'utile tra 1,4 e 1,45 miliardi di euro.

A fine settembre Ryanair aveva deciso improvvisamente di cancellare oltre 2mila, al di 40-50 al giorno. Una decisione maturata ufficialmente per recuperare il monte ferie dei dipendenti della compagnia irlandese prima della fine dell'anno ed evitare le penali, oltreché per continuare a garantire la puntualità dei voli. I passeggeri erano stati avvisati con un sms e con poche informazioni sul sito della compagnia. Ryanair avevo minimizzato: «La cancellazione impatta solo sul 2% dei nostri voli», spiegava Michael O'Leary. Il numero uno della società ha poi messo in conto 20 milioni di euro per pagare i rimborsi e 5 milioni in meno di fatturato per i biglietti perduti a seguito delle cancellazioni.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti