Compagnie aeree

Ryanair investe 400 milioni di dollari in Italia

La compagnia low cost sfida la pandemia e lancia nuovi collegamenti per l’estate. A Bergamo primo hub del vettore arriva il Boeing 737 Max

di Mara Monti

(Ansa)

3' di lettura

Ryanair investe almeno 400 milioni di dollari in Italia per la prossima estate. La compagnia low cost irlandese non ferma la sua campagna di espansione nonostante la pandemia continui a fiaccare il settore del trasporto aereo. Al contrario, conferma di volere crescere e consolidare la sua posizione di primo vettore nazionale per numero di passeggeri. Al contrario, conferma di volere crescere e consolidare la sua posizione di primo vettore nazionale per numero di passeggeri: sull'aeroporto di Treviso che aprirà a giugno e dove il vettore ha già annunciato la sua nuova base verranno investiti 200 milioni di dollari. Altri 200 milioni tra gli aeroporti di Bologna e di Bergamo-Orio al Serio, 100 milioni equamente ripartiti tra i due scali dove verrà basato un aereo addizionale in ciascuno di essi.
In una inusuale conferenza a tre (Bergamo, Bologna e Brindisi), il management della low cost ha spiegato come pensa di fare ripartire il traffico tra vaccini e lockdown.

Ryanair lancia il travel wallet

«Stiamo facendo tutto il possibile per farci trovare pronti quando le restrizioni saranno abolite e si potrà tornare a volare», ha detto il ceo di Ryanair, Eddie Wilson che non fa previsioni sulla prossima stagione estive, ma si mostra attento ai piani vaccinali dei paesi diventati la nuova bussola. Nessun passaporto sanitario verrà chiesto ai passeggeri e dal momento che il progetto europeo di travel pass non sarà pronto per l'estate, nel frattempo il vettore si è già attrezzato con il travel wallet, una funzionalità sul cellulare dove scaricare i documenti sanitari, dai test anti-Covid alle vaccinazioni. Nonostante molti paesi europei siano ancora in lockdown e in Gran Bretagna non escludono di estendere fino a luglio il divieto di viaggiare all'estero, il management sprizza ottimismo da tutti i pori annunciando 8 nuovi collegamenti su Bologna e un network di 64 rotte, 10 in Puglia tra Bari e Brindisi (61 rotte) e 2 a Bergamo Orio-al-Serio, primo scalo italiano della compagnia che vanta 100 rotte (11 domestiche e 89 internazionali) e 20 aerei basati.

Loading...

Ad aprile il primo Boeing 737 Max

A Bergamo arriverà dopo l'estate il primo dei 24 Boeing 737 Max che saranno consegnati alla compagnia entro l'estate, il primo in arrivo il prossimo mese, portando la flotta con i nuovi 210 Max a 600 aerei con l'obiettivo di trasportare 200 milioni di passeggeri entro il 2026.In Italia, Ryanair non sembra arretrare di un passo nonostante la lunga pandemia che dura ormai da un anno e che proprio a Bergamo ha segnato i momenti più bui: 29 gli aeroporti serviti di cui 15 come basi di armamento, 600 rotte per la prossima stagione estiva di cui 98 domestiche. L’arrivo di easyJet a Orio-al-Serio? «Ci hanno messo 20 anni per decidere», ribatte Wilson a una domanda di un giornalista. «Con l'implementazione dei programmi di vaccinazione dei prossimi mesi, prevediamo che il traffico aereo crescerà anche attraverso l'apertura di corridoi specifici come è successo in Germania con le isole Baleari», ha detto Wilson collegato da Bergamo.

Nessun interesse per gli slot di Linate

Secondo il ceo, si potrebbe fare molto di più se venisse abolita l'addizionale comunale che «vale 100 milioni di euro che per il governo italiano è nulla rispetto ai 3,5 miliardi di euro «bruciati» per Alitalia - aggiunge -. Non abbiamo nulla contro Alitalia, ma vogliamo competere ad armi pari». Sugli slot di Linate che il vettore nazionale deve dismettere come chiesto da Bruxelles, il ceo ha detto che in Lombardia Ryanair ha abbastanza capacità dislocata tra Malpensa e Bergamo «troppo cari - ha aggiunto - e comunque sarebbero disponibili solo per qualche anno».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti