ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùCOMPAGNIE AEREE

Ryanair, terzo trimestre in utile

Confermata la guidance annuale: utile netto pari a un miliardo di di euro e 154 milioni di passeggeri. L’impatto del ritardo del Boeing 737 MAX

di Mara Monti


default onloading pic
(AFP)

1' di lettura

Ryanair torna a macinare profitti nel terzo trimestre chiudendo il periodo con un utile netto di 88 milioni di euro, in miglioramento rispetto dalla perdita di 66 milioni dello stesso periodo dell’anno precedente.
Il traffico passeggeri è cresciuto del 6% a 36 milioni di passeggeri. In rialzo anche i ricavi per passeggero che raggiungono quota 1,91 miliardi di euro (+21%).

Confermate le guidance per l’anno (utile netto tra 950 milioni e 1,05 miliardi di euro), che sono state riviste al rialzo il 10 gennaio grazie alle forti prenotazioni del periodo natalizio. La compagnia ha detto di aspettarsi traffico passeggeri per l’intero anno in crescita dell’8% a 154 milioni di passeggeri, con tariffe leggermente più alte rispetto alla media. In Borsa il titolo festeggia e guadagna oltre il 4 per cento.

Per quanto riguarda l’arrivo del primo Boeing 737 Max del gruppo, ripetutamente rinviato nel 2019, Ryanair prevede ora che la consegna non possa essere fatta prima dell’estata del prossimo anno. Quindi, i primi velivoli potrebbero entrare in flotta nella stagione autunnale del 2021 e a seguire circa otto ogni mese. Ryanair ha ordinato 135 di B737 Max e potrebbe acquistarne altri 75.

A causa di questi ritardi nella consegna, Ryanair fa sapere che non avrà «risparmi sui costi fino alla fine del 2021». Ne consegue che l’obiettivo di 200 milioni di passeggeri all'anno che Ryanair aveva preventivato, sarà spostato di «almeno uno o due anni al 2025-2026».

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...