compagnie aeree

Ryanair: utile netto gruppo 2018-2019 in calo del 29% a 1,02 miliardi


(REUTERS)

2' di lettura

Ryanair ha chiuso l’anno fiscale 2018-2019 (al 31 marzo 2019) con un utile netto pari a 1,02 miliardi di euro, in calo del 29% rispetto all’anno precedente. Lo ha reso noto la compagnia aerea low cost, che ha spiegato la flessione con il calo del prezzo dei biglietti in un contesto di concorrenza.

Per l’anno in corso (2019-2020), Ryanair si dice «cauta» in termini di previsioni e stima un leggero calo dell'utile netto, che dovrebbe attestarsi all’interno di una forchetta compresa tra 750 e 950 milioni di euro.

Stime inferiori a quelle degli analisti: secondo una media di 10 case di investimento, comunicata prima della diffusione delle previsioni, l’utile dopo le tasse era stimato a 977 milioni di euro per l’esercizio che terinerà al marzo 2020.

«Francamente, se vivremo un periodo in cui ci saranno dure guerre sul fronte dei prezzi, i profitti soffriranno per un anno o due e penso che sia quello che gli azionisti dovrebbero aspettarsi» ha dichiarato Michael O’Leary, ceo del gruppo, in una presentazione video, aggiungendo: « Tuttavia, è chiaro nella mia mente che nei prossimi quattro o cinque anni vedremo l’emergere di quattro o cinque grandi gruppi di compagnie aeree europee, con molta più capacità di disciplina. Allo stesso tempo ci sarà una crescente pressione sul fronte dei prezzi» .

Lo scorso anno i ricavi di Ryanair sono aumentati del 6% a 7,56 miliardi di euro e il traffico di passeggeri, comprese le società controllate) ha raggiunto il livello record di 142 milioni di passeggeri (+9%). Il gruppo ha anche annunciato l’avvio di un piano di buy back pari a 700 milioni di euro.

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti