Borsa

Safe Bag in volo sul listino: torna l'utile e prenota il dividendo

di Andrea Fontana

1' di lettura

Balzo in Borsa per Safe Bag, società specializzata nella protezione dei bagagli per i passeggeri aeroportuali, poiché si avvicina la distribuzione di un dividendo dopo il ritorno all'utile nel 2016. Le quotazioni sul mercato Aim Italia, dedicato alle pmi, si sono spinte fino a +11% ritornando sopra gli 1,5 euro dopo circa due anni.

L'esercizio 2016 ha visto una riduzione del fatturato (-5,6% a 26,5 milioni), dovuto alla chiusura delle concessioni in aeroporti con margini insufficienti o negativi. Il margine operativo lordo è invece nettamente migliorato (da -0,8% a 4,6 milioni) in virtù di quattro fattori: da una parte, appunto, lo stop ad alcuni contratti a contributo non positivo; dall'altra, una riorganizzazione interna; in terzo luogo, all'andamento positivo delle attività all'aeroporto di Miami e infine grazie all'estensione su tutta la rete europea dei cosiddetti "servizi ancillari" come il deposito bagagli e altri.

Loading...

Il risultato operativo è stato positivo per 3,9 milioni mentre l'utile netto è stato di 3,1 milioni a fronte di perdite 2015 per 1,8 milioni. Il cda di Safe Bag intende accantonare gli utili a riserva disponibile riservandosi però di proporre ai soci la distribuzione di una cedola una volta predisposto il piano industriale 2017-20 che, secondo le previsioni, sarà approvato a fine maggio. «Il turnaround si è concluso» ha commentato l'amministrato delegato Alessandro Notari: «E' arrivato il momento di voltare pagina e di lanciare con il piano industriale di maggio la nuova fase del gruppo».

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti