AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùPetroliferi

Saipem in netto ribasso dopo conti semestrali in rosso e inferiori alle attese

La società ha registrato una perdita di 779 milioni di euro nei primi sei mesi del 2021. E' inoltre aumentato il debito, ma l'azienda esclude un aumento di capitale

di Eleonora Micheli

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Saipem in netto ribasso a Piazza Affari, dopo che la società ha annunciato di avere chiuso il primo semestre con un rosso di 779 milioni di euro. I conti sono risultati al di sotto delle attese. I titoli accusano la performance peggiore del Ftse MIb.

Nel dettaglio, la società ha annunciato di avere registrato nei primi sei mesi del 2021 ricavi per 3,2 miliardi (-13%), un Ebitda adjusted negativo per 266 milioni (positivo per 355 milioni nel primo semestre del 2020) e un risultato netto negativo di 779 milioni (perdita di 885 milioni di euro nel primo semestre del 2020). Gli investimenti tecnici sono diminuiti a 135 milioni (da 195 milioni) e l’indebitamento finanziario netto comprensivo di lease liability IFRS16 è lievitato a 1,4 miliardi (da 1,22 miliardi di fine 2020). L’azienda ha comunicato l’acquisizione di nuovi ordini per 4,4 miliardi (4,8 nel primo semestre 2020), con un portafoglio ordini residuo di 23,6 miliardi che aumenta a 26,17 miliardi includendo il portafoglio ordini delle società non consolidate. Saipem ha anche presentata la guidance per il secondo semestre (nell’ultimo anno non era stata fornita alla luce delle forti incertezze): sono previsti ricavi tra 4,5 e 5 miliardi, un Ebitda adjusted positivo, investimenti tecnici attesi tra 200 e 300 milioni e un indebitamento finanziario netto a fine anno post-IFRS 16 intorno a 1,6 miliardi. Il nuovo ad Francesco Caio è al lavoro sul nuovo piano industriale che verrà presentato in autunno e ha già individuato 84 iniziative per risparmi annui complessivi stimati a circa 100 milioni di euro a regime. «Saipem ha le risorse, le competenze, le relazioni con i clienti che ci consentono di progettare il futuro prossimo in una prospettiva di crescita profittevole, anche in un contesto sfidante ancora caratterizzato alle incertezze derivanti dal Covid-19», ha detto il manager. Gli analisti, però, si interrogano se sia necessario rafforzare il capitale. Tale eventualità, però, è stata esclusa dal direttore finanziario, che ha dichiarato: «Saipem non ha bisogno di alcun aumento di capitale».

Loading...

Banca Akros ha dato un taglio al giudizio e al target di prezzo alla luce dei conti: il primo da 'Buy' è passato a 'Neutral', mentre il prezzo obbiettivo è stato fissato a 2,03 euro, dai precedenti 2,2 euro. «I risultati sono nettamente al di sotto delle attese e il debito netto è cresciuto. In più c’è poca visibilità sulle prospettive di breve-medio termine. Così abbiamo aggiustato le stime per tenere conto dei risultati e dell’aumento del debito», hanno spiegato gli esperti. Anche Equita raccomanda cautela, dopo aver definito i conti inferiori alle attese. La sim consiglia un 'Hold', sulle azioni, per le quali calcola un target di prezzo a 2 euro.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti