AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca e sfrutta l'esperienza e la competenza dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni. Scopri di piùOil

Saipem in salita, focus su conti 2021 e revisione strategica

Il 24 febbraio la società renderà noti i dati del preconsuntivo 2021 e le linee guida della revisione strategica avviata da Alessandro Puliti

di Flavia Carletti

(REUTERS)

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Saipem rialza la testa a Piazza Affari aspettando i conti preliminari 2021 e la revisione strategica. Complice il rialzo del greggio dopo lo scivolone della vigilia, i titoli del comparto petrolifero si muovono in positivo e a Milano sono tra i migliori del FTSE MIB: vanno bene infatti anche Tenaris ed Eni. Questa mattina il Sole 24 Ore ha riportato che il 24 febbraio Saipem renderà noti i dati del preconsuntivo 2021 e le linee guida della revisione strategica avviata da Alessandro Puliti, il manager arrivato da Eni per contribuire a risolvere i problemi di Saipem che, il 31 gennaio scorso, ha lanciato un allarme utili.

Inoltre, il 15 marzo il cda si riunirà di nuovo per dare il via libera al nuovo piano e alla manovra finanziaria indispensabile per risollevare i destini del gruppo. Gli aspetti chiave del nuovo piano, come riportato da Sole 24 Ore sono un aumento di capitale da 1,5 miliardi di euro (avallato dai soci); il focus sul business core e derisking dell'attività; potenziali dismissioni (drilling); e una rimodulazione del debito e waiver delle banche sui finanziamenti. «Riteniamo che gli step necessari per ristabilire l'equilibrio di bilancio siano stati avviati con l'arrivo dei nuovi manager e la formulazione del piano strategico e di ristrutturazione», commentano gli analisti di Equita. Per quanto riguarda Intesa Sanpaolo, i suoi esperti ritengono che «il mercato apprezzerà il focus sul de-risking del portafoglio ordini» mentre per quanto riguarda l'aumento di capitale credono che «l'attuale prezzo delle azioni stia scontando l'emissioni di diritti per una operazione da 1,5 miliardi di euro con uno sconto di circa il 40% sul Terp (prezzo teorico ex diritto)».

Loading...
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti