AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùBORSA

Saipem scatta: nuovi contratti nella perforazione e Brent sopra 68 dollari

Il gruppo ha annunciato contratti per 1,7 miliardi di dollari tra nuove commesse e prolungamento di forniture esistenti

di Andrea Fontana

default onloading pic
Saipem ha acquisito nuovi contratti per 1,7 miliardi di dollari nelle attività di drilling

2' di lettura

Saipem balza in Borsa sfruttando la buona intonazione del settore petrolifero (sale il sottoindice Stoxx600 Oil&Gas), mentre il Brent supera i 68 dollari al barile per la prima volta da settembre, ma soprattutto i contratti annunciati questa mattina nelle segmento delle attività di perforazione.

Contratti nel drilling per 1,7 miliardi di dollari
Saipem si è infatti aggiudicata nuovi contratti ed estensioni di contratti esistenti nel 'Drilling Onshore' e nel 'Drilling Offshore' per un valore complessivo di circa 1,7 miliardi dollari. Quelli relativi alla Divisione Drilling Onshore riguardano 19 impianti di perforazione dislocati in Middle East, con potenza tra i 1500 ed i 2000 cavalli, ed hanno durata compresa tra i tre ed i dieci anni. In aggiunta, nuovi contratti ed estensioni di altri già vigenti sono stati acquisiti relativamente a nuove commesse che verranno realizzate in Bolivia, Perù e Romania. I contratti relativi alla Divisione Drilling Offshore riguardano attività che si svolgeranno in Norvegia e in Angola.

Nella perforazione l'8% degli ordini in portafoglio a giugno
«Nonostante la parte drilling sia una frazione del order intake di gruppo, i contratti annunciati oggi sono di importo rilevante per quel business» è il commento di Equita Sim. Nel primo semestre 2019 le attività di drilling offshore e quelle di drilling onshore hanno rappresentanto entrambe una quota dei ricavi pari al 6%, mentre sui 9,537 miliardi di euro complessivi di nuovi ordini acquisiti nei primi sei mesi del 2019 circa 350 milioni di euro riguardavano il drilling offshore e circa 260 l'onshore. A livello di portafoglio ordini residuo, sempre al 30 giugno, il drilling offshore era pari al 5% del totale, l'onshore al 3%.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...