Startup

Salad House triplica il giro d’affari in 3 anni e punta a Roma e Bologna

L'insalateria con cuore newyorchese fattura 1,5 milioni e vuole crescere anche fuori Milano

di Gianni Rusconi

Insalatone Salad House

3' di lettura

Ci sono tanti aneddoti che la possono raccontare, ma quella di Salad House è innanzitutto una storia di famiglia, perché a darle vita poco più di tre anni fa sono stati i fratelli Venus e Matthew Modabber, nati e cresciuti a New York con madre italiana e rientrati nel Belpaese per realizzare il loro progetto.

Quale? Dare una nuova anima alla pausa pranzo, sostituendo i classici spuntini (pizza, panini, piadine e anche cibi pronti) da consumare in modo frugale, magari davanti al computer, con insalatone abbondanti che richiamano le “chopped salads” molto di moda nella Grande Mela, ricche di ingredienti amalgamati ad arte per esaltarne gusto e sapori, personalizzabili a propria scelta e servite già condite per poterle gustare facilmente.

Loading...

L'idea prende forma quando Matthew, 19venne, si trasferisce a Milano per studiare International Economics and Management all'Università Bocconi e si accorge di una carenza nell'offerta di pasti veloci per il break di metà giornata. Da qui l'intuizione, condivisa con la sorella Venus (a suo tempo impiegata in una società di consulenza a New York), di invertire la tendenza del fast food e allo stesso tempo rinfrescare il concetto di piatti take away, creando una proposta che potesse essere amata anche da chi non ama le insalate.

La startup muove quindi i suoi primi passi ufficiali nel 2018 con l'apertura del primo punto vendita di via Sant'Agnese, nei pressi della stazione Cadorna di Milano.Oggi Salad House opera nel capoluogo lombardo con due sedi (l'altra è in via Santa Tecla, a due passi dal Duomo), serve in media fra le 300-350 insalate al giorno (la quota dell'asporto è circa il 50% e la consegna è gestita tramite le principali piattaforme di food delivery, Deliveroo e JustEat in testa) e ha triplicato il proprio fatturato in tre anni, arrivando quest'anno a superare il mezzo milione di euro. Nel mezzo c'è però stata la pandemia, e con essa la forzata rinuncia all'apertura di due aggiuntivi punti vendita (per cui erano già stati siglati i relativi contratti) e il drastico calo dell'utenza universitaria a causa delle limitazioni delle lezioni in presenza.

Archiviato un 2021 decisamente positivo, nonostante sia stato di fatto il primo a pieno regime del negozio in Duomo, per il 2022 le stime sono di un incremento di ricavi di circa il 25% che sarà sostenuto da uno staff quasi interamente under 26 e da una cultura aziendale focalizzata (ma il termine usato da Matthew e Venus è “ossessionata”) sulla customer experience. Tutti i dipendenti, infatti, passano attraverso un training estensivo di varie settimane per apprendere alla perfezione il metodo di chopping e i dosaggi per miscelare gli oltre 50 ingredienti (a base di proteine, ortaggi, frutta, prodotti vegani, salse e condimenti vari) che compongono le ricette delle Salad House. E per chi fra i clienti non ha gradito appieno l'insalata con le opzioni e le aggiunte scelte personalmente ecco che scatta la possibilità, come precisa Venus, di chiedere una nuova preparazione al momento.Nel menu di Salad House non mancano inoltre bowl e salad burritos da farcire con tutti gli ingredienti, i topping e salse già previste nelle opzioni per le insalate mentre a disposizione delle aziende è attivo un servizio di catering che comprende lunch box individuali o pensati per piccoli eventi. Ad oggi, come conferma Matthew, i clienti principali e più affezionati in ambito “business” sono le case di moda e gli studi di avvocati.

Guardando al futuro, infine, sono due gli obiettivi più importanti segnati in agenda dai due giovani imprenditori italo americani: il lancio di un negozio online proprietario, che coinciderà probabilmente con l'apertura del prossimo punto vendita, e il piano di espansione che prevede il consolidamento della presenza a Milano e l'ampliamento della rete di punti vendita a città come Bologna e Roma.


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti