L’ISTAT PREVEDE UN CALO PER 2016 e 2017

Sale la spesa per ricerca e sviluppo: nel 2015 ha toccato 22,2 miliardi

default onloading pic
(13683)


2' di lettura

Nel 2015 la spesa per ricerca e sviluppo sostenuta da imprese, istituzioni pubbliche, istituzioni private non profit e università (all’interno delle proprie strutture e con proprio personale) è in aumento rispetto al 2014 in termini sia nominali (+1,7%) sia reali (+0,9%), con un’incidenza percentuale sul Pil pari all’1,34%, lo stesso valore riscontrato nel 2014. Lo comunica l’Istat, aggiungendo che in valore assoluto la spesa per R&S dell’insieme dei settori ammonta a quasi 22,2 miliardi di euro. Le previsioni sull’andamento delle spese per ricerca e sviluppo nel 2016 «indicano una diminuzione della spesa complessiva per R&S rispetto al 2015 in termini sia nominali (-2,5%) sia reali (-3,2%)».

13,6 miliardi di investimenti nel settore privato
Il settore privato spende circa 13,6 miliardi di euro, di cui la quasi totalità (12,9 miliardi) è sostenuta dalle imprese. Le università spendono poco più di 5,6 miliardi di euro, le istituzioni pubbliche 2,9 miliardi.

Loading...
SPESA PER R&S INTRA-MUROS PER TIPO DI RICERCA E SETTORE ESECUTORE

Anno 2015, composizioni percentuali. (Fonte: Istat)

Loading...

L’estero copre l’8,3% della spesa
I finanziatori stranieri (imprese, istituzioni pubbliche o università estere) contribuiscono per l’8,3% alla spesa per R&S (1,8 miliardi), in diminuzione rispetto al 2014 (-1,1 punti percentuali).

Cresce l’autofinanziamento
Rispetto al 2014, cresce la componente di autofinanziamento nelle imprese (+2,6 punti percentuali) e nel settore non profit (+3,6 punti percentuali), mentre si riduce nel pubblico in cui i finanziatori esteri e privati ricoprono un ruolo di maggior peso.

Sviluppo per la ricerca di base, perde terreno quella applicata
La spesa per attività di sviluppo sperimentale e ricerca di base è in aumento (pari rispettivamente a +7,9% e +2,6%), la ricerca applicata è invece in diminuzione (-2,4%).

Più ricercatori impegnati nelle attività
Cresce il numero di ricercatori impegnati nella R&S: da 168.074 del 2014 a 174.327 del 2015 (+3,7%). In termini di unità equivalenti a tempo pieno l'incremento è ancora più ampio (+6,5%) soprattutto per imprese (+13,9%) e istituzioni non profit (+7,0%).

RICERCATORI PER SETTORE ESECUTORE

Anni 2015 e 2014, quote percentuali sul totale degli addetti alla R&S espressi in unità equivalenti a tempo pieno

RICERCATORI PER SETTORE ESECUTORE

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti