ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùWall Street

“Salomon Sisters”, una banca d’investimento a capitale e management femminile

Independence Point Advisors è nata da un’idea della manager Anne Clarke Wolff, ex presidente del corporate e investing banking di Bank of America.

di Monica D'Ascenzo

2' di lettura

«If it was Lehman Sisters, it would be a different world». La battuta era di Christine Lagarde, allora a capo del Fmi e oggi invece presidente della Bce. Sono passati 13 anni dalla crisi Lehman Brothers e quella battuta è divenuta realtà. A Wall Street sbarca Independence Point Advisors, con il capitale e il management completamente al femminile guidato da Anne Clarke Wolff, 56 anni, già presidente della divisione di investimento di Bank of America. Un elemento di rottura in un settore ancora prevalentemente dominato da uomini bianchi e in cui donne e minoranze faticano a trovare la strada per fare carriera, nonostante il turn around degli ultimi anni. Certo da febbraio 2021 Jane Fraser guida Citigroup, una delle big americane, ma resta una mosca bianca in un panorama che fatica a cambiare. Independence Point, soprannominata Salomn Sister, tenta di sfondare il tetto di cristallo, ma soprattutto di fare business.

Come nasce Independence Point Advisors

Independence Point nasce da un’idea di Anne Clarke Wolff, che di recente è stata presidente della divisione dcorporate e investment banking di Bank of America. Cresciuta lei stessa come alunna di Salomon e citata nella lista “Most Powerful Women to Watch” di American Banker, Wolff ha precedentemente ricoperto incarichi di leadership presso JPMorgan Chase e Citigroup, lavorando per Jamie Dimon e Michael Corbat.

Loading...

La sua iniziatia ora potrebbe essere una calamita di talenti. A Wall Street, infatti, molte donne e membri di gruppi minoranze sono frustrati dopo decenni in cui le banche d’investimento hanno faticato a diversificare i loro livelli più senior, dominati ancora da una prevalenza di unomini bianchi. Il rischio per le banche d’affari ora è che i talenti stanchi di aspettare il cambiamento culturale interno per fare carriera, possano cercare spazi di crescita altrove a cominciare proprio da Independence Point Advisors.

Wolff, d’altra parte, ha lasciato Bank of America a dicembre con l’obiettivo di aiutare più donne, impiegate nelle banche, far fronte alle sfide di coinciliare la famiglia con 100 ore di lavoro settimanali e salire senza ostacoli ai vertici del settore, secondo quanto riportato da Bloomberg. Da quando è nata l’idea di Independence Point all’inizio della primavera, la manager ha elaborato un piano aziendale e reclutato talenti. Ha, inoltre, avviato colloqui con banche di investimento interessate a potenziali partnership o addirittura alla possibilità di acquisire una partecipazione nella startup.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti