L’impatto del COVId-19

Salone dell’auto di Ginevra, in forse l’edizione del 2021. Verso posticipo al 2022

Dopo le gravi perdite per l'annullamento dell'edizione 2020 la fondazione che organizza l'evento da oltre 100 anni aveva chiesto un supporto economico al Cantone di Ginevra, ma le condizioni non sono state accettate

di Corrado Canali

default onloading pic

Dopo le gravi perdite per l'annullamento dell'edizione 2020 la fondazione che organizza l'evento da oltre 100 anni aveva chiesto un supporto economico al Cantone di Ginevra, ma le condizioni non sono state accettate


2' di lettura

Dopo la cancellazione a pochi giorni dall'apertura a causa del coronavirus che ha comportato perdite di circa 11 milioni di franchi svizzeri, poco più di 10,4 milioni di euro, la fondazione che gestisce l'evento si era rivolta al Cantone di Ginevra in vista di un supporto finanziario necessario per programmare la nuova edizione che era stata già fissata dal 4 al 14 marzo 2021.

Il Consiglio di Stato del Cantone di Ginevra aveva proposto un prestito di 16,8 milioni di franchi svizzeri, circa 15,8 milioni di euro, rimborsabili entro il 2037 ad un tasso di interesse minimo, pari a circa 1,6%, ma le condizioni non sono state ritenute soddisfacenti dagli organizzatori a cui era stato richiesto il completo subappalto dell'evento, compreso il suo concept al Palexo e di fatto di accettare una sorta di cogestione sull'organizzazione dell'evento. Ma gli organizzatori a cominciare dal presidente Maurice Turrettini hanno subito rifiutato queste condizioni sulla base di uno statuto che li vincolava a ben precise direttive. Restano però ancora aperte diverse soluzioni. A questo punto anche se nulla è stato ancora deciso, l'edizione 2021 sembra in forte dubbio anche perché molti costruttori interpellati dagli organizzatori avrebbero manifestato che le loro intenzioni sarebbero di pianificare la prossima edizione del Salone di Ginevra nel 2022. Dalla sopravvivenza dell'evento dipende anche la salute del Palexpo visto che quasi un terzo dei ricavi per un totale di 98 milioni di franchi svizzeri 92,5 milioni di euro a fine 2018 mentre i dati 2019 sono attesi per la fine di giugno.

Del resto le aree espositive sono state progettate per ospitare il Salone dell'auto, al punto che la cancellazione dell'evento potrebbe mettere in seria discussione il bilancio dello stesso Palexpo. Il Salone di Ginevra è il più grande evento fieristico che si svolge annualmente in Svizzera. Nel 2019 alla chiamata avevano risposto oltre 600.000 visitatori, a cui si era aggiunti anche 10.000 rappresentanti dei media con una ricaduta economica per il Cantone di Ginevra stimata in circa 200 milioni di franchi svizzeri, pari a 188,5 milioni di euro.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti