Cantieristica

Salone nautico di Genova già tutto esaurito: «I big al gran completo con mille marchi»

L’esposizione organizzata da Confindustria nautica si svolgerà tra il 16 e il 21 settembre. La superficie della mostra aumenta: +14% a terra e +19% in mare

di Raoul de Forcade

3' di lettura

Segna già il tutto esaurito, quanto a spazi per gli espositori, la 61° edizione del Salone nautico di Genova, che si svolgerà tra il 16 e il 21 settembre prossimi, organizzato, come di consueto, da Confindustria nautica, con il supporto di Comune di Genova e Regione Liguria. Un’edizione, come quella dell’anno scorso, all’insegna delle misure di sicurezza anti-Covid che hanno consentito alla kermesse di essere l’unica fiera della nautica svoltasi in Europa nel 2020.

Il boat show 2021, peraltro, sembra partire col piede giusto sotto il profilo delle presenze: gli organizzatori contano più di mille barche (comprendendo anche i progetti) e quasi mille brand in mostra; spazi espositivi aumentati del 14%, nonostante i cantieri che circondano l’area (per la realizzazione del waterfront di Levante di Renzo Piano); una superficie di 200mila metri quadrati, di cui l’85% all’aperto.

Loading...

Presenti tutti i big

Ma non solo. Perché il sold out totalizzato da luglio regala al salone anche il ritorno di tutti i grandi nomi della nautica sulle sue banchine, anche di quelli che non erano più presenti da anni: Baglietto, Ferretti, Cranchi Yachts, Absolute, Arcadia yachts e Sirena Marine. Oltre a conferme di top player, nel settore degli yacht a motore, che già negli anni scorsi erano stati presenti a Genova: Sanlorenzo, Azimut Benetti, Fipa, Amer Yachts, Bluegame, Pardo Yachts, Rio Yachts, Sessa Marine e, dall’estero, Princess e Sunseeker. Ma ci saranno anche i grandi cantieri, italiani ed esteri, del mondo della vela.

Il layout del Salone nautico 2021

Nuovo layout

Il salone quest’anno avrà un layout completamente trasformato, grazie all’abbattimento del muro di passeggiata che divideva due banchine (la C e la E), che ha consentito di crearne una monoplanare senza soluzione di continuità tra il padiglione B e la cosiddetta nuova darsena. In questo modo la superficie disponibile a terra è aumentata del 14%. Ma anche la superficie in acqua segna una crescita del 19% grazie al completamento della darsena ormeggi per le imbarcazioni fino a 15 metri, all’utilizzo di nuovi pontili e alla darsena Waterfront marina, infrastrutturata da Amico & Co per yacht fino a 100 metri.

Insomma, quello del 2021 sarà un salone già rinnovato, in attesa di arrivare al 2023, anno in cui è previsto il completamento dei lavori del waterfront di Levante (che assicurerà 200 posti barca in più): in quel momento, ha detto il presidente di Confindustria nautica, Saverio Cecchi, «il nostro diventerà il salone più bello al mondo».

Già l’anno scorso, ha sottolineato, «per aver organizzato da soli l’edizione 2020 in piena pandemia, abbiamo vinto il campionato europeo dei saloni nautici, battendo Francia, Principato di Monaco, Spagna, Olanda e Germania. Oggi come associazione siamo cresciuti, abbiamo 600 soci e il momento è favorevole per l’intera filiera: saremo una delle motrici che risolleveranno il Paese, anche incentivando il turismo nautico».

Settore in crescita

Il 2021, ha sottolineato Marina Stella, direttore generale di Confindustria nautica, «vede il 70% delle aziende del settore che indica un trend di crescita del 10%-20%, il 24% di queste prevede un aumento del fatturato del 10% e solo il 3% una decrescita. Abbiamo definito un piano con l’agenzia Ice per sostenere l’internazionalizzazione delle imprese di settore e un accordo con Simest che proporrà finanziamenti agevolati per le aziende che vogliono partecipare al Salone nautico nonché altri strumenti ad hoc».

La conferma che la nautica sta godendo di buon vento arriva anche da Alberto Galassi, ceo di Ferretti group, che spiega così il ritorno del cantiere a Genova: «L’Italia riparte, stiamo vivendo un vero rinascimento e ora, più che mai, c’è bisogno di unità. È il momento di dare un segnale concreto di sostegno all’industria nautica, al nostro territorio e alla nostra economia. Quest’anno Ferretti partecipa al Salone di Genova e porta un messaggio d’impulso alla ripartenza del sistema Italia e soprattutto di speranza per i lavoratori del settore». Il gruppo ha appena varato il Riva 68’ Diable, barca di cui è prevista l’esposizione ai boat show di Cannes e Genova.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti