SCENARI

Salone di Pechino, tra auto elettriche e connesse i protagonisti sono i brand premium europei

di Corrado Canali

default onloading pic
(Daimler AG)


3' di lettura

PECHINO – Non è solo il mercato dell'auto numero uno al mondo con oltre 24 milioni di nuove vetture vendute nel 2017, ma già nei primi tre mesi del 2018 la crescita stimata è di un ulteriore milione in più.
La Cina è anche destinata a pesare nelle strategie di tutti i costruttori automotive.
Ne sanno qualcosa soprattutto nel Gruppo Volkswagen che considerano il paese asiatico la loro seconda casa, forti dei 4 milioni di utilizzatori di vetture del Gruppo VW e dei programma di investimenti per 15 miliardi di euro per tanti nuovi modelli, nove dei quali già in vendita entro fine 2018.

Ma la Cina è anche il Paese che punta sull'elettrificazione per tentare di arginare un inquinamento che specie nei grandi centri urbani come Pechino è ormai un problema enorme. Senza poi contare che i giovani cinesi sono i più connessi al mondo. Un esempio? I pagamenti per la quasi totalità avvengono via smartphone e non più attraverso carta di credito, tantomeno in contanti.
Un altro mondo, insomma, che impone ai costruttori d'auto europei di correre ai ripari per intercettare le richieste degli acquirenti di nuove vetture sempre più esigenti in termini di connettività e di guida assistita.
La risposta più forte soprattutto in termini di nuovi modelli è quella dei brand premium tedeschi. Soprattutto Mercedes al Salone di Pechino (29 aprile-4 maggio) fa esordire due anteprime destinate a far parlare molto nei prossimi mesi.

Loading...
Salone di Pechino 2018, le novità in vetrina

Salone di Pechino 2018, le novità in vetrina

Photogallery38 foto

Visualizza

Si tratta della concept Vision Mercedes-Maybach Ultimate Luxury, un mix fra una berlina di lusso e un suv. La showcar che è la base di un futura vetture destinati ai ricchi acquirenti cinesi, ma non solo, perché abbina il confort e i vantaggi tipici di entrambe le carrozzerie, come la posizione alta dei sedili tipica dei suv e l'aspetto atletico di una berlina di oggi. Senza contare che sotto al “cofano” ha un powertrain elettrico forte di quattro compatti motori elettrici sincroni a magnete permanente ed è equipaggiata di trazione integrale di tipo variabile.
Mercedes guarda anche al presente ed espone alla rassegna di Pechino la versione berlina a tre volumi della nuova Classe A che sarà in vendita in Europa entro fine anno dove andrà ad affiancarsi alla CLA la variante berlina con propensione più sportive. Al brand della “stella” risponde BMW con due novità

di altrettanto “peso”.
La M2 Competition, la variante più performante del coupé della Serie 2. Tra le novità del nuovo allestimento, oltre alla presenza di aggiornamenti estetici, è una versione potenziata del 6 cilindri di 3 litri TwinPower Turbo che offre 410 cv. La M2 Competition è la Serie 2 stradale più potente di sempre.
Da segnalare poi che nel Paese che punta alla elettrificazione di massa, Bmw lancia al Salone di Pechino la nuova X3 elettrica per ora proposta sotto forma di concept in vista del lancio che ormai è sempre più imminente. Fra i tedeschi decisi a restare protagonisti nel ricco settore delle vetture premium o di lusso che dir si voglia, prova a inserirsi il brand DS il più esclusivo fra quelli del Gruppo francese PSA che a Pechino espone la DS7 Crossback, la prima vettura a sfruttare la Connected Vehicle Modular Platform del noto marchio cinese di telefonia Huawei, un sistema di servizi connessi basato su Internet.
Infine Lexus espone a Pechino la rinnovata berlina la ES che dopo gli USA sbarca ora in Europa dove è proposta con un powertrain ibrido, ma anche con uno stile più in sintonia con resto della gamma del brand di lusso del Gruppo Toyota.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti