ESTATE IN CUCINA

Salsa di pomodoro casalinga, il top degli spremitori per il fai da te

di Paola Guidi


default onloading pic

3' di lettura

Come preparare in casa marmellate, confetture, sottolio e sottoaceti e, vista la stagione, anche la pummarola? Se i tutorial online dedicati a come preparare la classica passata casalinga sono utili, ancora di più lo è usare le versioni domestiche di macchine passapomodoro professionali che accelerano il lavoro.

Il vademecum per una pummarola perfetta
Come si comincia? Scegliendo un passa o spremi pomodoro manuale o elettrico di qualità, realizzato in alluminio oppure ghisa stagnata (professionale) oppure in acciaio inox della lega speciale 18/10. Poiché il pomodoro è fortemente acido la scelta dell'apparecchio e del “corredo” da usare nell'operazione, è molto importante. Uno spremitore di potenza ridotta andrà bene solo per chi ha piccole quantità di pomodori da preparare, altrimenti il lavoro può richiedere troppo tempo e diventare pesante. Attenzione alla semplicità d'uso e di smontaggio; meglio se i componenti si possono lavare in lavastoviglie. Esistono anche versioni semiprofessionali (con motori a induzione, potenti capaci di trattare circa 150 kg all'ora) e con l'accessorio tritacarne per evitare faticose manovre. Per chi usa l'apparecchio anche per la carne è importante che ci sia la funzione avanti-indietro che sblocca l'accessorio senza doverlo smontare. La versione manuale più ergonomica è quella che si aggancia -facilmente- al bordo del tavolo: a presa sicura e veloce da usare.

I passa pomodoro per la salsa

I passa pomodoro per la salsa

Photogallery8 foto

Visualizza


Con il sottovuoto è meglio
Vi sono comunque alcune regole importanti da conoscere bene a partire dai pomodori: devono essere i San Marzano oppure quelli classici da sugo e comunque maturi senza essere molli e tagliati a metà e poi passati subito nell'imbuto che li trasferisce alla pressatura. Per non buttar via nulla, i resti della spremitura, bucce e semi, andranno di nuovo pressati per estrarre tutto ma proprio tutto il succo ancora presente. La purea pronta per la cottura deve essere omogenea e messa a cuocere in una pentola di acciaio inox , oppure ferro o porcellana. Nel frattempo occorre sterilizzare i vasi, operazione lunga, un po' laboriosa, complicata ma essenziale. Per evitare che la passata vada a male si può mettere la purea appena cotta in vasi a chiusura stagna.

Oggi, per avere una conservazione eccellente con sapori e profumi straordinari, c' è il sottovuoto che, eliminando l'ossigeno, nemico numero uno del pomodoro, blocca a lungo qualsiasi forma di degrado della passata che resisterà molto molto di più mantenendo tutto: nutrienti, profumi, sapori e colore. Ovviamente mettendo tutte le confezioni nel congelatore.

Grinder Lihao

Tritare, seccare, estrarre
Se avete tempo e volete conservare via sottovuoto prezzemolo, basilico, salvia e altre erbe odorose si sono in commercio piccoli trita-spezie che devono però essere realizzati con metalli di qualità e con dentini sminuzzatori di differenti grandezze. Per esempio funziona molto bene il grinder Lihao che ha diverse “camere” di tritatura, accessori molto robusti, filtri spessi e un funzionamento rapido. Poi ci sono gli essiccatori, per verdure, carni e pesce che sono davvero un toccasana per la dieta e avere sempre cibi quasi freschi soprattutto funghi, ortaggi, frutta di qualsiasi tipo. Con qualche eccezione: i carciofi per esempio dei quali si può essiccare con ottimi risultati solo il cuore interno. O gli asparagi che sono filamentosi ma un buon essiccatore, con regolazioni molto precise riesce a “trattarli” bene. Togliendo comunque la parte più dura.

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...