Salumi

Salumificio Fratelli Riva: ricavi 2020 stabili grazie al forte rapporto con la Gdo

Ricavi oltre quota 94,6 milioni grazie soprattutto al preaffettato in vaschetta per le private label. L’ad: non credo subiremo contrazioni

di E.Sg.

Reparto produzione del salumificio Fratelli Riva

2' di lettura

Salumificio Fratelli Riva, più di 50 anni di attività nel settore, mette alle spalle l'anno del covid 19 con risultati in linea con l'esercizio 2019, grazie al forte legame di partnership con la grande distribuzione per lo sviluppo del private label.

I ricavi hanno superato i 94,6 milioni, interamente realizzati con la produzione dello stabilimento di Molteno (in provincia di Lecco), dove lavorano 120 addetti. La gamma in portafoglio spazia dai cotti interi agli affettati, prodotti per l’85% per molti dei più importanti gruppi della distribuzione italiana ed estera

Loading...

«Il rapporto con la Gdo, fondamentale cliente di sblocco della produzione, si è rafforzato, condividendo le reciproche necessità e cercando di implementare anche in periodi difficili la collaborazione con strategie comuni – si legge inuna nota – atte a contrastare eventuali aumenti nei prezzi delle materie prime (con trattative più snelle rispetto al passato), problemi negli approvvigionamenti o ritardi nelle consegne».

«I consumatori hanno privilegiato il prodotto affettato in vaschetta che si contraddistingue per l'alta qualità e anche la Gdo, che resta il cliente principale, ha chiesto di coniugare offerta, rifornimenti puntuali e contenimento dei prezzi – commenta l’ad Giuseppe Riva –. Sono diversi anni che la filiera dei salumi persegue la ricerca della massima qualità e sicurezza. L'impegno per lo sviluppo di allevamenti centrati sul benessere animale sta portando i suoi frutti.L'incremento del prodotto affettato ha compensato gli effetti negativi dovuti alla chiusura del canale horeca (bar e ristoranti) e dell'acquisto al banco salumeria. Ma dopo il primo lockdown c'è stata una ripresa anche nel prodotto da taglio. Non credo, superata definitivamente l'emergenza covid, registreremo una contrazione. Proseguiremo con il piano di allargamento della presenza dei nostri prodotti in alcuni Paesi europei che presentano buone opportunità di crescita. Penso alla Romania, Austria, Slovenia».

L'azienda punta inoltre sulla sostenibilità: «Abbiamo investito – prosegue Riva – in un packaging interamente riciclabile, e aderito a protocolli, come la certificazione Ecosense, che ci permettono di riciclare oltre 1.500 quintali di plastica ogni anno», prosegue Giuseppe Riva.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti