belluno

Salute, la ricetta Unifarco per le farmacie

Conta 356 soci la società per azioni costituita da farmacisti nel 1982: produce cosmetici e preparati galenici e fa ricerca con gli atenei

di Barbara Ganz


default onloading pic
Gli impianti. Le linee produttive e i laboratori di Unifarco

4' di lettura

Hanno iniziato in quattro: oggi sono a quota 356 soci, in una società per azioni di soli farmacisti unica nel suo genere. Unifarco è nata nel 1982 a Santa Giustina, ai piedi del parco delle Dolomiti bellunesi, fra colleghi abituati a preparare tisane e altri prodotti per le farmacie della zona. Si sono domandati: perché non mettere a punto una intera linea per le farmacie, con prodotti destinati a soddisfare le diverse esigenze? E così è nata Unifarco.

Nel 2005 il grande salto e la costituzione di una Spa che ha come clienti, ma anche come soci, i farmacisti. Oggi Unifarco ha tre marchi: Farmacisti Preparatori per dermocosmesi, igiene e nutraceutica; Unifarco Biomedical per dispositivi medici e dermocosmesi, e infine Dolomia, per make up e cosmesi.

Farmacisti Preparatori copre da solo l’80% del fatturato (94 milioni nel 2018, la previsione 2019 punta a superare quota 100): si tratta di una gamma che include formulazioni sempre nuove e si fonda su processi produttivi certificati, il tutto prodotto e personalizzato per oltre 5milafarmacisti clienti in tutta Europa, attraverso un team interno che include una squadra di grafici e un centro stampa di proprietà.

Così ogni farmacia può firmare il proprio prodotto con il proprio nome, puntando sulla fiducia ottenuta dal consumatore. Quanto a Dolomia, porta nel nome il richiamo all’ecosistema delle Dolomiti con cosmetici pensati anche per le pelli più sensibili, a base di piante e fiori che crescono qui, in una sorta di grande enorme giardino officinale a cielo aperto.

Un giardino sperimentale di un ettaro e mezzo è stato creato proprio vicino al sito produttivo, e ha già reso l’azienda autosufficiente ad esempio nell’approvvigionamento di calendula certificata biologica. Quanto alle materie prime, tutte, sono acquistate dai principali fornitori mondiali senza intermediari, direttamente da chi produce.

Per la dermocosmesi, oggi Unifarco è leader nelle vendite in farmacia, davanti a marchi come Vichy, La Roche Posay e Lierac, al quarto posto negli integratori e al terzo nel make up. Nel 2018 l’azienda ha investito in ricerca e sviluppo circa il 4,5% del fatturato: in sei laboratori interni (ricerca di base cosmetici, ricerca applicata cosmetici, nutraceutica, make up, estratti vegetali e controllo qualità) lavorano 40 ricercatori: i due terzi sono donne, un dato decisamente superiore alla media dei contesti scientifici. Il risultato: negli anni sono stati depositati nove brevetti, frutto anche della collaborazione con enti e università italiane ed internazionali, e ha portato alla costituzione di UniR&D, società di ricerca che è uno spin off della facoltà di Farmacia dell’ateneo padovano: un caso praticamente unico di collaborazione fra una azienda privata e un ente pubblico in campo farmaceutico, con una collaborazione strutturata e sistematica nella ricerca di base. E c’è anche il Pharma Health institute, la prima scuola online italiana di alta specializzazione per il farmacista nata con il supporto della Spa bellunese: oltre mille i diplomati ad oggi. Con questa strategia i prodotti della società bellunese hanno già superato i confini: se l’Italia è il primo mercato, con più di 70 milioni di fatturato e una crescita del 4,7% nel 2018, in forte espansione le vendite in Francia (+40,9%), Spagna (+24,9%), Germania (+17,7%).

Lo scorso anno Unifarco ha venduto oltre 17 milioni di pezzi, ma non c’è solo questo: «Fra i nostri obiettivi c’è la difesa delle farmacie di prossimità: non è un negozio come gli altri, ma una attività che ha una forte valenza sociale. Fra fine 800 e inizio 900, soprattutto nei paesi più piccoli, i ceti meno abbienti si rivolgevano principalmente al farmacista per un consiglio. E oggi siamo in una situazione per certi versi analoga, con una popolazione che invecchia, nuovi italiani, medici di base sempre più oberati. La farmacia torna al centro dell’attenzione come primo presidio e punto di monitoraggio della salute dei cittadini» spiega Luigi Corvi, vice presidente Sales & marketing.

In questa ottica il network delle oltre 600 farmacie specializzate, nato da un’evoluzione dei Farmacisti preparatori, rappresenta «un modello che da un lato salvaguarda l’indipendenza delle farmacie come negozi di prossimità con una fondamentale valenza sociale; dall’altro usufruisce di economie di scala e di un interscambio di esperienze e servizi all’avanguardia e ad alto valore aggiunto».

Anche il questo caso, ormai da 5 anni, il network è contraddistinto da un alto livello di formazione professionale «alla base di un consiglio qualificato che si basa su servizi distintivi, tra cui MyPlan per una analisi dello stato di salute anche in caso di problemi di stanchezza, sovrappeso o mancanza di energia, Skinkeep per l’analisi della pelle, Recaller per il controllo dell’infiammazione da cibo e il recupero della tolleranza alimentare e Biomaplan, analisi genetica della flora intestinale». Tutti strumenti alla base di una consulenza mirata volta a garantire il benessere generale della persona. «In quest’ottica - spiega Corvi - sono stati effettuati studi per dare una guida scientifica chiara alle farmacie. I farmacisti usufruiscono di una formazione continua grazie alla collaborazione di professori di primo livello selezionati dal centro studi e ricerche. In questo modo i professionisti del network possono sentirsi adeguati nell’affrontare e assistere i nuovi consumatori. All’aumento della consapevolezza sull’importanza della salute, all’accesso alle informazioni via web e in generale alla maggiore consapevolezza del paziente-cliente deve necessariamente corrispondere una preparazione analoga, se non superiore, del farmacista. Che deve non solo sapere rispondere alle nuove esigenze, ma anticipare i bisogni del paziente e rispondere con consulenze professionalmente adeguate».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...