La bussola

Salvataggio Mps, tutte le risposte ad azionisti e obbligazionisti

di Luca Davi, Gianni Trovati


default onloading pic
(Marka)

3' di lettura

Che cosa succede agli azionisti di Banca Mps?
Gli attuali azionisti della banca sono destinati ad essere diluiti, e di fatto azzerati, in virtù della «condivisione degli oneri» (ovvero il «burden sharing»), la misura con cui la direttiva sul risanamento e la risoluzione degli enti creditizi (Brrd), offre allo Stato la possibilità di iniettare capitale in una banca solvibile, a condizione che vengano rispettati determinati criteri (la cosiddetta “ricapitalizzazione precauzionale”). In questo contesto gli aiuti di Stato possono essere concessi solo in previsione dell’eventuale fabbisogno di capitale che si manifesterebbe in caso di peggioramento delle condizioni economiche e non fanno scattare la procedura di risoluzione della banca, che presuppone invece il bail-in, con il coinvolgimento anche degli obbligazionisti senior e dei correntisti oltre i 100mila euro.

A quanto ammonta il contributo finale da parte di azionisti e obbligazionisti subordinati per il salvataggio del Montepaschi?
Nel quadro dell’aumento di capitale da 8,1 miliardi, i detentori di obbligazioni subordinate e gli azionisti forniranno un contributo pari a 4,3 miliardi di euro, derivante dalla conversione delle obbligazioni subordinate in azioni e dalla diluizione degli azionisti esistenti secondo il principio di condivisione degli oneri” previsto dalla normativa sugli aiuti di Stato dell’Ue. Il capitale restante, pari a 5,4 miliardi di euro (di cui 1,5 miliardi a favore degli obbligazionisti subordinati retail vittime di vendita fraudolenta), sarà fornito dallo Stato in cambio di azioni di Mps, acquistate a prezzo ridotto.

Che succede agli obbligazionisti junior istituzionali?
Il loro trattamento sarà analogo a quello degli azionisti. Il loro investimento sarà infatti soggetto a un azzeramento, al pari degli azionisti, secondo il principio del burden sharing.

Che cosa succede agli obbligazionisti senior?
Nulla. Questa tipologia di investitori rimane al di fuori di eventuali conseguenze legate al burden sharing.

Che cosa succede agli obbligazionisti retail?
Il decreto «salva-risparmio» di Natale 2016 prevede un indennizzo integrale per i piccoli investitori che hanno in portafoglio le obbligazioni subordinate destinate a essere convertite in azioni. In pratica, il meccanismo prevede i seguenti passaggi: le obbligazioni vengono trasformate in azioni della banca, e queste a loro volta vengono scambiate con obbligazioni ordinarie, quindi più protette, per un valore pari all’investimento iniziale.

Chi decide la platea dei rimborsi?
La platea dei rimborsi sarà decisa dal consiglio di amministrazione di Banca Monte dei Paschi sulla base di una valutazione dei rischi legali. L’indennizzo, infatti, è pensato per “sanare” il misselling, cioè la vendita fraudolenta di titoli rischiosi a investitori privi del profilo e delle informazioni adeguate. Lo scambio, quindi, sarà fra l’adesione all’offerta e la rinuncia ad azioni legali contro la banca.

Chi finanzia i rimborsi?
I rimborsi sono finanziati dallo Stato, attraverso l’acquisto delle azioni nate dalla trasformazione delle obbligazioni subordinate per un valore fino a 1,5 miliardi. Di fatto quindi i detentori di obbligazioni subordinate al dettaglio che sono stati vittime di vendita scorretta e soddisfano determinati criteri di ammissibilità potranno richiedere un risarcimento, che comporterà uno scambio delle loro azioni convertite in obbligazioni privilegiate Mps. Tale risarcimento, come indicato dalla Commissione ieri , è un corrispettivo del tutto distinto dalla condivisione degli oneri ai sensi della normativa sugli aiuti di Stato dell’Ue.

Quanto verrà lanciata l'offerta?
L’offerta verrà lanciata in autunno, dopo la ricapitalizzazione precauzionale e l’avvio del piano industriale.

Quando tornano in borsa i titoli e le obbligazioni?
Si stima che il ritorno in Borsa delle azioni e degli altri strumenti obbligazionari quotati del Monte avvenga a settembre, a valle dei due decreti del Mef e delle autorizzazioni della Consob.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...