il leader della lega

Salvini: confidiamo che Mattarella fermi questo mercimonio

«Conte è la riedizione del governo Monti, preparava la manovra su suggerimento dei suoi amici Merkel e Macron», attacca il capo del Carroccio

di Nicola Barone

2' di lettura

«Abbiamo fiducia che Mattarella non permetterà questo mercimonio ancora a lungo». Dinanzi agli alti e bassi registrati nel negoziato tra Pd e M5S per dar vita a un esecutivo, su Facebook il leader della Lega Matteo Salvini lancia gli ultimi strali contro la possibilità che nasca. «Conte è la riedizione del governo Monti, preparava la manovra su suggerimento dei suoi amici Merkel e Macron».

LEGGI ANCHE: Dal discorso del Senato alle parole di Biarritz, Conte vero snodo della crisi

Loading...

Al vecchio alleato Salvini lancia l'ennesimo messaggio, non diverso nello spirito dagli inviti formulati nei giorni scorsi. Come a dire, se si vuole, una ricomposizione è sempre possibile, anche all'ultimo. «Per settimane i Cinque Stelle ci hanno sfidato a votare il taglio dei parlamentari, ci sono anche per farlo domani. Ci sono, va bene, si può fare: è un segnale di serietà e di rispetto del contratto di governo e di altra promessa mantenuta. Bisogna preparare una manovra economica importante che tagli le tasse». A partire dalle tasse. «Sull'economia vogliamo fare quello che abbiamo fatto sulla sicurezza. La flat tax si può ma occorre compattezza e coesione, voglia di fare e comunione di intenti».

Non comporterà una resa la fine dell'esperienza a Palazzo Chigi. «Comunque vada io non mollo, lavoro al governo e se dovessi andare all'opposizione lavorerei ancora di più». Con un appello finale ai suoi elettori. «Conto su di voi ma non è un appello alla piazza. Faccio il ministro dell'Interno, mi occupo di sicurezza e non di insurrezioni» ma «sta aumentando il disgusto ed è comprensibile». A quanto si racconta fulcro del braccio di ferro in corso tra Movimento e democratici è proprio la casella del Viminale, e un accenno non manca nelle parole di Salvini. «Di Maio si sarebbe impuntato perché vuole fare il ministro dell'Interno. Vai, fai, se mi chiederai consiglio, ti darò tutti i suggerimenti per fare al meglio questo mestiere che è difficile ma è entusiasmante».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti