pressing su conte

Salvini: il ministro agli Affari Ue entro la prossima settimana

Il vicepremier ha parlato anche di Carola Rackete, la capitana della nave Sea Watch che ieri lo ha querelato per diffamazione: «Non vedo l'ora di incontrarla in Tribunale. Di guardare in faccia una che ha provato a uccidere dei militari italiani»


default onloading pic

2' di lettura

«Il voto delle elezioni europee dà alla Lega l'onere e l'onore di indicare chi mandare in Europa sia come commissario che come ministro degli Affari europei». Il leader della Lega Matteo Salvini torna in pressing su Giuseppe Conte, che attualmente ha l'interim degli Affari Ue dopo la nomina di Paolo Savona alla guida della Consob . E al suo arrivo al Villaggio Coldiretti a Milano sollecita al premier tempi stretti («la prossima settimana») per l'indicazione del nuovo ministro. Per il nome del commissario europeo che spetta all'Italia, invece, «c'è tempo». Di sicuro sarà un politico perchè «l'era dei tecnici mi sembra ampiamente superata».

GUARDA IL VIDEO: Nomine Ue, Conte: Italia ha ottenuto vicepresidenza Commissione

«Rackete? Non vedo l'ora di incontrarla in tribunale»
Il vicepremier ha parlato anche di Carola Rackete, la capitana della nave Sea Watch indagata dalla Procura di Agrigento per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina che ieri lo ha querelato per diffamazione lo accusa di violazione dei diritti umani. «Non vedo l'ora di incontrarla in Tribunale. Di guardare in faccia una che ha provato a uccidere dei militari italiani», ha spiegato Salvini. «Qui ci sono i giudici che decidono della vita e della morte di tutti. Fosse per me sarebbe già a Berlino», ha concluso.

Stretta di mano con il sindaco Sala
Nel corso della visita del ministro al villaggio Coldiretti c'è tempo anche per un saluto al sindaco dem di Milano, Giuseppe Sala. I due si sono stretti la mano e Salvini ha salutato Sala con un «ciao Beppe». Salvini ieri aveva espresso solidarietà al primo cittadino condannato nel processo per gli appalti della piastra di Expo. «Salvini certamente quando c'è da ringraziarlo lo ringrazio - ha detto Sala rispondendo ai giornalisti a margine della sua visita - e credo che ieri abbia fatto una manifestazione di buon senso». Per quanto riguarda invece il M5S, che ha chiesto le sue dimissioni, ha aggiunto: «I 5 Stelle ormai non ci sorprendono più, hanno questa qualità politica, di persone che sembrano non avere tutta questa capacità e responsabilità, per cui francamente non sono sorpreso».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...