patto contro merkel e macron

Salvini in Polonia, asse sovranista per le Europee. «Alleanza con M5S? Non necessaria»

di Alb.Ma.


Migranti, Salvini: cedere a minacce e ricatti è segnale debolezza

2' di lettura

«È cominciato un dialogo, chiudere un accordo in un'ora e mezza è difficile, ma ho proposto un programma comune su sviluppo, sicurezza, famiglia, radici cristiane dell'Europa che qualcuno ha negato persino in Costituzione. Cambiare le burocrazie che bloccano l'Europa è l'obiettivo di maggio. Chissà che all'asse franco-tedesco non si sostituisca uno italo-polacco». Il vicepremier Matteo Salvini ha commentato così, da Varsavia, l’incontro con il presidente del partito PiS Jaroslaw Kaczynski. Il vicepremier italiano è volato in Polonia per valutare un’intesa in vista delle elezioni europee del 2019, dando corpo a quella «internazionale populista» chiacchierata da mesi. Il progetto di Salvini è di raccogliere adesioni fra vari partiti autonomi, esportando il «modello del patto Cinque stelle e Lega» sperimentato in Italia.

«Ho proposto al leader del PiS Jaroslav Kaczinski ed ho intenzione di proporlo ad altri - ha detto - Un patto per l'Europa con una serie di punti in comune sul modello dei quello tra Lega e M5S per il Governo italiano in cui italiani, polacchi, spagnoli, danesi e gli altri decidono se essere o no d'accordo. Ci lavoreremo prima delle elezioni». Salvini non nasconde che l’obiettivo è di far sì che i sovranisti siano «il primo movimento politico, siano fondamentali nel prossimo Parlamento e con i numeri di oggi della delegazione italiana e quella polacca, siamo determinanti e lavoreremo quindi per essere presenti ovunque».

Sui Cinque stelle: insieme alle europee? Non c’è esigenza
Salvini conferma che Lega e Cinque stelle correranno in maniera separata per il voto di maggio. Al momento le due sigle politiche rischiano di confliggere sui temi previsti dall’agenda europea, anche se non vanno escluse colaborazioni sul lungo periodo. Per ora comunque «non è un'esigenza né loro né nostra - ha detto Salvini - Ci penseremo per il futuro, per il passato non ci abbiamo mai pensato. Ma M5s e Lega sono cambiati, vedremo. Finchè ero in Europarlamento su temi come immigrazione, rom, loro votavano in maniera diversa; ora siamo più sintonia». Il feeling italo-polacca ha già suscitato le prime reazioni sui media esteri. In attesa di adesioni, l’asse fra i due si regge soprattutto su cavalli di battaglia della destra populista Ue, dalla chiusura delle frontiere ai richiami ai valori tradizionali. Qualche dissapore in più potrebbe emergere sui rapporti con la Russia di Vladimir Putin, per ovvie ragioni un tabù nell’Europa dell’Est. L’agenzia Bloomberg scrive che l’Italia «sta facendo reclutamento combattere l’Unione europea. Basta non menzionare Putin». Nel pomeriggio, a quanto riportano le agenzie, il premio Nobel per la pace Lech Walesa si è lasciato andare a un tweet pungente: «Anche Ribbentrop una volta ha incontrato Molotov» ha scritto, riferendosi al patto segreto siglato nel 1939 fra l’Unione sovietica e il Terzo Reich per la spartizione della Polonia. Il post è stato poi rimosso.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...