ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùMissione Esa

Samantha Cristoforetti è rientrata sulla Terra: ammaraggio al largo della Florida

La navetta della SpaceX si è sganciata dal Nodo 2 (Zenith) della Stazione Spaziale Internazionale e il viaggio verso la Terra è durato sette ore, con l’ammaraggio alle 22,55 nell’oceano Atlantico, al largo di Jacksonville (Florida)

La capsula con a bordo Samantha Cristoforetti dopo l’ammaraggio al largo della Florida (Ansa)

2' di lettura

Dopo quasi 6 mesi nello spazio Samantha Cristoforetti e altri 3 astronauti della Crew Dragon Freedom sono tornati sulla Terra. L’ammaraggio al largo della Florida è avvenuto alle 22.55 ora italiana, come previsto.

L’equipaggio Crew 4, del quale fanno parte oltre a Samantha Cristoforetti, dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa) gli americani Bob Hines, Kjell Lindgren e Jessica Watkins. La procedura prevede poi che la Crew Dragon venga prelevata dalla nave specializzata per il recupero e in seguito gli astronauti possono lasciare la capsula.

Loading...

La navetta Crew Dragon Freedom ha dunque terminato il viaggio che sta riportando sulla Terra l’astronauta Samantha Cristoforetti, dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa), e i suoi tre compagni dell’equipaggio Crew 4, gli americani Nasa Bob Hines, Kjell Lindgren e Jessica Watkins. La navetta della SpaceX si è sganciata dal Nodo 2 (Zenith) della Stazione Spaziale Internazionale e il viaggio verso la Terra è durato circa sette ore, con l’ammaraggio nell’oceano Atlantico, al largo di Jacksonville (Florida). Poco dopo le 16 ora italiana era stato chiuso il portello della navetta.

Dopo avere indossato le tute bianche e nere tipiche degli equipaggi delle navette Crew Dragon, gli astronauti dell’equipaggio Crew 4 hanno salutato con baci e abbracci i sette colleghi che resteranno sulla Stazione Spaziale. Quindi Samantha Cristoforetti e Jessica Watkins hanno chiuso il portello della navetta Crew Dragon Freedom, agganciata al Nodo 2 (Zenith) della Iss; poi hanno preso posto ai due estremi della fila dei quattro seggiolini della navetta della SpaceX, al centro della quale siedono il comandante della Crew 4 Kjell Lindgren e il pilota Bob Hines. Subito dopo sono cominciate le operazioni di depressurizzazione, necessarie per garantire che la navetta si sganci lentamente e in sicurezza dalla stazione orbitale.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti