ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùProdotti

Samsung: la casa connessa e smart usa l’Ai per essere più ecosostenibile

SmartThings è anche il nome dell'applicazione che vanta 230 milioni di utenti registrati nel mondo e permette di gestire gli apparecchi connessi

di Gianni Rusconi

3' di lettura

Il mondo sempre connesso è il campo di battaglia dove il gigante coreano si gioca le proprie carte a Ifa 2022, spaziando dai device mobili (gli smartphone Galaxy Fold di recente annuncio) agli indossabili (i Galaxy Watch5) fino agli immancabili televisori (come il Neo QLed 8K) e confermando la propria vocazione di brand votato al dogma della casa (e dello stile di vita) intelligente. “Do the smart things”, non a caso, è il claim che giganteggia sulle pareti del City Cube della Fiera di Berlino, ormai abitudinaria casa di Samsung. SmartThings è anche il nome dell'applicazione che vanta 230 milioni di utenti registrati nel mondo e permette di gestire gli apparecchi connessi presenti fra le mura domestiche e nelle mani dei vari componenti della famiglia. La versione rinnovata della piattaforma, che offre nuove opportunità di connettività e personalizzazione applicabili a tutte le categorie di prodotti Samsung, rappresenta di fatto il trampolino di lancio sul quale il produttore sta edificando (mettendo sul piatto 360 miliardi di dollari in cinque anni per la ricerca e sviluppo in biotecnologie e semiconduttori) la propria proposta di soluzioni tech per la sostenibilità ambientale.

Obiettivo: riduzione dei consumi

Se il protocollo Matter voluto da Google registra al momento una fase di adozione lenta su scala universale, è altrettanto vero che tutti i vendor tech che aderiscono al consorzio stanno portando avanti il proprio ecosistema di oggetti connessi, intelligenti e interoperabili. Samsung, nel caso specifico, può vantare oggi una community di circa 300 produttori partner che alimentano la sua idea di smart home e ha approfittato di Ifa per confermare come entro il 2023 il 100% dei suoi prodotti sarà abilitato alla connettività Wifi (e al supporto di Smart Things) e per ribadire come l'idea di un'abitazione completamente autosufficiente dal punto di vista energetico (come prevede il programma Net Zero Home in arrivo anche in Europa grazie alle partnership con Sma, Qcells e ABB) - o comunque pensata per ridurre ai minimi termini i consumi di elettrodomestici e gadget elettronici grazie alla connessione fra pannelli solari e domotica - non sia poi troppo lontana

Loading...

L'AI per risparmiare fino al 30% di energia

SmartThings Energy, che sarà disponibile in Italia a partire da fine anno, è per l'appunto un passo in avanti in questa direzione: grazie a questo servizio, direttamente dall'app si potrà attivare un sistema di monitoraggio dell'andamento dei consumi in grado di restituire dati in tempo reale e di favorire di conseguenza la riduzione della spesa energetica. L'intelligenza artificiale, anche per Samsung, diventa in tal senso lo strumento chiave per ottimizzare in tempo reale il fabbisogno di energia di ogni apparecchio e aiutare gli utenti a monetizzare questa maggiore efficienza, che risparmi che possono arrivare fino al 30% rispetto a un utilizzo convenzionale dei device. Prodotti come SolarCell Remote, il telecomando che si ricarica con la semplice esposizione alla luce o alle frequenze radio come quelle emesse da un router Wi (Samsung ha già reso pubblica la licenza di questa tecnologia a beneficio di produttori terzi), oppure i grandi elettrodomestici di nuova generazione (entro il 2023 saranno tutti abilitati all'integrazione con SmartThings), sono i primi mattoncini di una strategia di prodotto che mette la sostenibilità realmente al centro.

Gli algoritmi al servizio dell'ambiente

La nuova line-up di appliance Bespoke di cui è stata annunciata a Ifa la disponibilità in Europa, è l'ultimo esempio di prodotto eco compatibile, intelligente e flessibili (vedi i pannelli intercambiabili dei frigoriferi) secondo Samsung. Le lavatrici e asciugatrici, in particolare, sfruttano tecnologie di filtraggio che riducono il rilascio di microplastiche dagli indumenti e (nel caso della prima) un sistema su algoritmi proprietari (AI Ecobubble) che permette di impiegare acqua fredda anziché calda senza aumentare i tempi dei cicli di lavaggio e di ridurre del 70%il consumo di energia (grazie al servizio SmartThings Energy) trasformando il detersivo in bolle che vengono assorbite rapidamente dal bucato. Il forno Bespoke AI con apertura touch, in arrivo sui principali mercati europei in ottobre, ha dalla sua una serie di funzioni intelligenti che nella sostanza promettono di risparmiare tempo ed energia quando si cucinano diversi piatti contemporaneamente. Grazie a una tecnologia di riconoscimento del cibo orientata all'immagine, nello specifico, l'elettrodomestico ottimizza in automatico le impostazioni di cottura e monitora al contempo gli alimenti per garantirne una cottura perfetta.


Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti