ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùCorea del Sud

Samsung, l’erede Lee Jae-yong graziato per i reati finanziari

Lee Jae-yong è stato graziato del Presidente della Corea del Sud: perdonati i reati di corruzione e appropriazione indebita che avevano portato all’arresto a gennaio

Samsung presenta i nuovi smartphone pieghevoli Z Flip4 e Z Fold4

1' di lettura

L’erede e leader di fatto del gruppo Samsung, Lee Jae-yong, è stato graziato del Presidente della Corea del Sud che ha così perdonato i reati di corruzione e appropriazione indebita che avevano portato all’arresto di Jae-yong lo scorso gennaio. Il proprietario del gruppo coreano potrà così essere “reintegrato” per “aiutare a superare la crisi economica della Corea del Sud”, ha affermato il ministro della Giustizia Han Dong-hoon.

Lee, era stato rilasciato con la condizionale nell’agosto 2021, dopo aver scontato 18 mesi di prigione, poco più della metà della sua condanna originale. La grazia di venerdì 12 agosto 2022 gli consentirà di tornare a lavorare a pieno titolo, revocando il divieto di lavoro che gli era stato imposto dal tribunale per un periodo di 5 anni dopo la sua pena detentiva.

Loading...

Il governo coreano, nel motivare il provvedimento, ha affermato di sperare che «l’uomo d’affari possa guidare il motore di crescita del Paese investendo attivamente in tecnologia e creando posti di lavoro».


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti