RISULTATI E GOVERNANCE

Samsung radoppia utili e dividendi. E cambia il top management


default onloading pic
Afp

2' di lettura

Cambio ai vertici e conti solidi per Samsung. Il colosso sudcoreano dell’elettronica ha chiuso il terzo trimestre più che doppiando gli utili netti su base annua con i solidi margini del settore dei microchip, mai così alti nella sua storia: 11.100 miliardi di won (9,87 miliardi di dollari) contro i 4.530 miliardi di luglio-settembre 2016. I profitti operativi salgono a 14.530 miliardi di won (da 5.200 miliardi) su vendite in rialzo del 29,7%, a 62.000 miliardi di dollari. I margini operativi sono al 23,4% nel trimestre (dal 10,9%), indicando l'incasso di 23,4 won per ogni 100 di vendite.

Cambia la squadra di vertice
Il gruppo sudcoreano ha inoltre annunciato che Lee Sang-hoon, attualmente Cfo, diventerà il nuovo presidente. Kim Ki-nam, 59 anni, succederà a Kwon Oh-Hyun come capo della divisione schermi, Kim Hyun-suk, 56 anni, prenderà il posto di Yoon Boo-Keun nell’elettronica di consumo e Koh Dong-jin, 56 anni, sostituirà JK Shin nell’unità degli smartphone. L’attuale governance fondata su tre co-Ceo resterà in vigore.

Record per i microchip
La divisione microchip ha toccato profitti operativi record per 9.960 miliardi di won, sostenuti dalla domanda in aumento, tanto forte da spingere verso l'alto i prezzi dei prodotti per l'offerta insufficiente sulle richieste. Per l'ultimo trimestre del 2017, Samsung stima consegne in continua crescita grazie alle apparecchiature che sfruttano le tecnologie mobili, dalla telefonia a Internet, oltre che quelle funzionali ai data center. «Guardando al 2018, l'alta richiesta d'espansione delle infrastrutture di data center è stimata debba continuare mentre sui dispositivi mobili l'attesa è di crescita su dual camera, sensori 3D e dispositivi di intelligenza artificiale», precisa una nota.

Raddoppio dei dividendi
La divisione IT e Mobile Communications, che include gli smartphone, ha segnato un utile operativo di 3.290 miliardi di won, impennandosi sui 100 miliardi dello stesso periodo del 2016 che scontava il tonfo del Galaxy Note 7, la cui produzione è stata sospesa e i cui modelli sono stati ritirati dal mercato per il rischio di incendio della batteria. I preordini del Galaxy Note 8 in Corea del Sud sono stati 850.000 unità, più che doppi sul record di 400.000 del predecessore Galaxy Note 7. Grazie a questi ottimi risultati Samsung raddoppierà i dividendi per gli azionisti nel 2018 dopo averli alzati del 20% quest’anno. Samsung distribuirà cedole per 9.600 miliardi di won (8,5 miliardi di dollari) all’anno nei prossimi tre anni e prevede investimenti per 46.200 miliardi di won nel 2017.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...